ita-IT
02/11/2022
Blog articles

Recupero crediti: il vantaggio di un servizio incluso nella polizza

recupero crediti

Nessuna azienda può evitare di affrontare l’attività di recupero crediti, prima o poi. I mancati pagamenti dei clienti alle scadenze possono sorgere in qualsiasi momento, provocando mancanza di liquidità e l’obbligo di dedicare tempo ad attività lontane da quelle della produzione.

Quando si scopre un insoluto, cominciano quelle attività metodiche, da affrontare con pazienza e tenacia: dalle telefonate di sollecito all’invio di comunicazioni scritte, fino a giungere ad azioni tese al recupero forzato del credito, tramite uffici legali.

I problemi aumentano quando l’azienda debitrice non ha sede nel territorio nazionale. Se il cliente ha una sede in un paese distante geograficamente e nel quale vigono condizioni sociali e politiche complesse, recuperare un insoluto può diventare anche improponibile. Nel caso peggiore il credito inesigibile viene iscritto come perdita in bilancio, riducendo la redditività e intaccando la serenità aziendale.

Come difendersi dalla necessità di giungere al recupero crediti

Il modo migliore per difendersi dal rischio di subire i danni conseguenti agli insoluti sarebbe quello di ricevere i pagamenti in modalità irrevocabile alla consegna delle forniture. Non sempre è possibile, però, perché spesso gli accordi commerciali comprendono dilazioni con pagamento in più scadenze, concesse agli acquirenti.

L’ambizione di aumentare il fatturato, magari entrando in un nuovo mercato, può indurre a concordare modalità di pagamento che facilitano la definizione degli accordi.

Rischi di credito possono sorgere già con clienti sul territorio nazionale. Quando, poi, il nuovo mercato è rappresentato da aziende in un altro Paese del mondo o in un settore di attività diverso da quello del fornitore nel quale non si ha ancora esperienza, i rischi aumentano.

Per difendersi, si può agire su più fronti.

Cosa fare per ridurre il rischio delle conseguenze del recupero crediti?

La già ricordata possibilità di ricevere pagamenti alla consegna sarebbe la scelta preferibile. Poi si possono stipulare contratti di vendita con clausole e garanzie che rendano il più possibile difficile la vita di chi non rispetta le scadenze.

Volendo evitare di gestire in prima persona le attività di recupero crediti, ci si può affidare ad apposite strutture esterne con personale della necessaria professionalità, una struttura giuridica esperta nel settore e presenza in vari paesi del mondo.

Per cautelarsi, si possono anche stipulare contratti di assicurazione del credito che coprano il fornitore dagli insoluti inesigibili. Quest’ultima è la scelta che garantisce al meglio l’impresa, in quanto garantisce il rimborso dei crediti inesigibili, a fronte di un premio di entità contenuta.

Quali sono i vantaggi delle polizze che comprendono il recupero crediti

Riepilogando: sorto un insoluto, si dovrebbe avviare l’attività di recupero crediti, gestita internamente o esternalizzata. Chi è assicurato, comunque, viene salvaguardato dal rischio che il credito diventi inesigibile.

Se chi fornisce la polizza offrisse anche l’attività di recupero crediti, si otterrebbe il massimo dei vantaggi dei due servizi combinati insieme.

È quello che succede con Coface, un riferimento mondiale nel mercato dell’assicurazione del credito fin dal 1946 con sedi in più di sessanta nazioni. L’azienda, quotata nella borsa di Parigi, ha avuto un fatturato di quasi 1,5 miliardi di euro con circa 4.500 consulenti esperti.

Coface stipula polizze integrate con informazioni commerciali e recupero crediti con cui l’impresa viene sollevata da qualsiasi impegno nel preoccuparsi degli insoluti, purché rispetti l’importo massimo del credito stabilito per ogni cliente.

Ecco come agisce la polizza di assicurazione integrata con il recupero crediti

Mantenendo l’esposizione sotto la cifra formalmente indicata per ogni cliente, quando sorge un insoluto, dipendenti specializzati di Coface si occupano di attivare il recupero stragiudiziale e legale dei crediti oggetto di garanzia, in assenza di controversie.

La loro esperienza, la loro reattività e la necessaria abilità nella negoziazione portano ai migliori risultati possibili con un recupero crediti gestito interamente dal personale dell’assicurazione, in circa 200 paesi e con un’interfaccia online per il controllo delle posizioni.

Il rapporto tra fornitore e cliente viene preservato e l’impresa può dedicarsi alle proprie attività istituzionali in modo più sicuro. In aggiunta, con l’integrazione del servizio nella polizza, l’impresa viene indennizzata nel caso di credito inesigibile, riducendo l’ammontare delle perdite in bilancio e incrementando la solidità aziendale.

Top