ita-IT
09/07/2019
Pubblicazioni economiche

Rischi politici in Africa

Rischi politici in Africa

Negli ultimi mesi, le notizie politiche sul continente africano sono state numerose. Dopo il peggioramento a livello di sicurezza nel Sahel e la partenza forzata dei leader storici in Algeria e in Sudan, nella seconda metà dell’anno dove si manifesteranno i rischi politici?

Attraverso il modello quantitativo di rischio politico, creato a marzo 2017, Coface intende identificare, oltre al ritmo dettato dagli eventi attuali, le recenti tendenze dei rischi politici e di conseguenza, i paesi da monitorare.

Negli ultimi decenni, i paesi del continente africano sono stati costantemente segnati da conflitti di intensità e natura differenti, portando a un calo di investimenti e flussi commerciali che ritardano lo sviluppo di alcuni di essi. Negli ultimi anni, l’Africa è stata oggetto di numerosi conflitti, in particolare legati all'attività di diversi gruppi islamici, soprattutto nella regione del Sahel, mobilitando le forze armate di alcuni stati del continente e prendendo di mira la popolazione civile.

Inoltre, sul continente permangono anche conflitti di origine politica, a volte con implicazioni etniche, religiose o addirittura linguistiche (Libia, Repubblica Centrafricana, Repubblica Democratica del Congo, Camerun ...). Gli indici Coface sulla violenza politica confermano che gli episodi violenti (conflitti o atti terroristici), sebbene più localizzati, sono diventati relativamente frequenti, in particolare nel Sahel, rispetto all'inizio del XXI secolo. Nel 2018 infatti, in tutto il continente, si contavano più del doppio dei conflitti rispetto a 10 anni fa.

Inoltre, come mostrano gli eventi in Nord Africa e Medio Oriente, in un contesto di evoluzione dei mezzi di mobilitazione, l'esasperazione delle popolazioni, alimentata da pressioni socioeconomiche, espone alcuni paesi del continente a rischio di instabilità futura. Senza necessariamente condurre a conflitti su vasta scala, come in Libia, o persino un cambio di regime, un contesto socio-economico fragile potrebbe a lungo andare provocare disordini che possono generare, almeno, incertezza politica.

L’indice di fragilità politica e sociale Coface indica che 10 paesi - Angola, Camerun, Gibuti, Egitto, Etiopia, Mauritania, Mozambico, Uganda, Repubblica Democratica del Congo e Chad - risentiranno o potrebbero continuare a risentire di disordini politici. L'aumento dei mezzi di mobilitazione è uno dei fattori all’origine dell'intensificarsi del rischio. Questa dinamica potrebbe portare a una moltiplicazione di eventi politici destabilizzanti sul continente nel lungo periodo.

Africa_medium

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scarica questa pubblicazione : Rischi politici in Africa (1,33 MB)

Contatti


Antonella VONA

Direttore Marketing & Comunicazione
TeL. : +39 (02) 48 33 56 40 
Email: antonella.vona@coface.com 

Top
  • Italian