ita-IT
28/05/2019
Pubblicazioni economiche

Le ambizioni della Cina sulla rete 5G

Le ambizioni della Cina sulla rete 5G
Da imitatore a precursore: il bilancio delle ambizioni della Cina sulla rete 5G

La Cina è diventata in breve tempo un grande protagonista della tecnologia 5G, grazie alla strategia del governo e agli elevati investimenti in Ricerca e Sviluppo. Questa nuova tecnologia fa parte dell'iniziativa Made in China 2025, attraverso la quale il governo cinese mira all'autosufficienza nelle industrie di alta gamma. La Cina ha coordinato l’approccio al 5G e alcuni risultati sono già visibili. Ad esempio, il 40% dei brevetti globali per gli attuali standard di rete 5G proviene da aziende cinesi. Le società cinesi beneficeranno del 5G. Huawei è il leader mondiale nelle infrastrutture di rete e detiene attualmente il 29% del mercato. Il 5G dovrebbe innescare un ciclo di sostituzione di cellulari e tre dei cinque leader mondiali di telefonia mobile sono cinesi: Huawei, Xiaomi e Oppo. Dopo aver recuperato il ritardo con il 3G e 4G, la Cina si è guadagnata una posizione forte nella gara al 5G, malgrado le sfide. I successi del paese sono stati fortemente supportati dall'integrazione delle filiere globali. Tuttavia, la Cina fa ancora affidamento sulle importazioni, soprattutto per i prodotti di fascia alta, lasciando il settore esposto a minacce protezionistiche. Questo è evidente nella guerra commerciale con gli Stati Uniti, che hanno come obiettivo molti prodotti elettronici. Inoltre, l'implementazione delle reti 5G da parte di aziende cinesi è percepita come un rischio di sicurezza informatica da parte di molti paesi destinatari. Gli Stati Uniti stanno mettendo al bando le apparecchiature Huawei e spingono gli alleati per fare lo stesso, il che potrebbe limitare in futuro la crescita del 5G cinese.

La Cina occupa una posizione forte nella sfida mondiale per il 5G

Le autorità hanno dedicato particolare attenzione allo sviluppo della tecnologia 5G e la Cina è diventata rapidamente un grande protagonista, suscitando molta attenzione da parte degli operatori storici e della politica. Tale aumento è stato facilitato dal supporto del governo, una questione che continua a causare attriti tra alcuni dei maggiori partner commerciali della Cina. Il 13° piano quinquennale (2016-2020) afferma l'ambizione della Cina di lanciare il 5G entro il 2020. Ciò si inserisce anche nell'iniziativa Made in China 2025, attraverso la quale il governo cinese mira a raggiungere l'autosufficienza nelle industrie di fascia alta entro il 2025. Si rivolge anche alla leadership globale nell'innovazione entro il 2050. La promozione IMT-2020 5G è stata lanciata nel 2014 dal Ministero dell'Industria e dell'Informazione Tecnologica (MIIT), dalla Commissione nazionale per lo sviluppo e la riforma (NDRC) e dal Ministero della Scienza e Tecnologia (MOST), con l’obiettivo di creare sinergie e migliorare la cooperazione. Questo ha facilitato una strategia unificata, consentendo alle aziende cinesi di costruire una posizione di forza nel mercato globale dei 5G. A tal fine, il governo ha anche sostenuto gli investimenti nel settore, in particolare creando nel 2014 il Fondo Nazionale per gli Investimenti dell’Industria dei Circuiti Integrati. L'obiettivo è ampliare l'industria dei chip nazionali da 65 miliardi di USD nel 2016 a 305 miliardi di USD nel 2030 [ ...]

 

 

 

 

 

 

 

Scarica questa pubblicazione : Le ambizioni della Cina sulla rete 5G (509,50 kB)

Contatti


Antonella VONA

Direttore Marketing & Comunicazione
TeL. : +39 (02) 48 33 56 40 
Email: antonella.vona@coface.com 

Top
  • Italian