News & Pubblicazioni

In primo piano

14/03/2019
Pubblicazioni economiche

Tutte le pubblicazioni Coface

03/05/2018
Pubblicazioni economiche

Rischio di cambio in Africa: allentamento nel 2018 ma le riserve si stanno esaurendo

Il rischio di cambio è ancora elevato sul continente africano: testimone il deprezzamento di oltre il 30% del kwanza angolano dopo la liberalizzazione parziale del regime di cambio a gennaio 2018. Lo shock del calo dei prezzi delle materie prime, e in particolare quello del petrolio a partire dall’estate 2014, ha destabilizzato numerosi paesi africani. Sulla scia della scarsa performance delle sue principali economie (Nigeria, Sudafrica e Angola), la crescita della regione ha rallentato al suo livello più basso per 20 anni nel 2016. Oltre al rallentamento dell’attività, l’evoluzione dei prezzi dei prodotti di base ha portato al peggioramento dei termini di cambio e con pressioni al ribasso per la maggior parte delle valute africane.

Leggi tutto
19/04/2018
Pubblicazioni economiche

Barometro rischio paese e settoriale 1° trimestre 2018: il picco di crescita è passato

Nel 1° trimestre i segnali economici positivi hanno continuato ad accumularsi: crescita sostenuta degli investimenti e situazione prossima alla piena occupazione nella maggior parte dei paesi che spingono le famiglie a consumare di più.

Leggi tutto
19/04/2018
Pubblicazioni economiche

Le nuove rotte commerciali nel Mediterraneo

Il ritorno del protezionismo sulla scena internazionale ha puntato i riflettori sugli accordi di libero scambio. Ora che l’America si è chiusa, altre regioni del mondo hanno deciso di aprirsi, ridisegnando le alleanze commerciali. Questo nuovo slancio di liberalizzazione potrebbe ridare fiato a un tentativo di cooperazione innescato da quasi una trentina d’anni in una delle più antiche regioni commerciali del mondo. I paesi del bacino del Mediterraneo si sono lanciati nel 1995 in un ampio progetto di creazione di uno spazio economico integrato. L’ Accordo di Barcellona, è un accordo globale di libero scambio, costruito sul modello europeo, e con l’obiettivo di far diventare il Mediterraneo uno spazio di libera circolazione di beni. A che punto siamo oggi?

Leggi tutto
10/04/2018
Pubblicazioni economiche

Studio sul comportamento di pagamento delle imprese cinesi nel 2018: aumentano i ritardi malgrado una crescita rapida e solida

La crescita cinese ha assistito a una ripresa nel 2017. Il PIL è aumentato da 6,7% nel 2016 a 6,9% nel 2017, favorito da una domanda forte e dall’allentamento della politica fiscale e monetaria. Di conseguenza, i risk manager sono diventati più compiacenti, sia sulle previsioni economiche che sulle procedure di gestione del rischio.

Leggi tutto
06/04/2018
Pubblicazioni economiche

La singolarita’ del rischio politico in Europa centrale e orientale

Con l’attuale ondata di elezioni in Europa centrale e orientale, i paesi della regione stanno assistendo a un periodo di grandi cambiamenti in termini di rischio politico e accelerazione economica, che al momento sembrano essere le due problematiche principali della regione. In media il tasso di crescita del PIL della regione è aumentato a 4,5% nel 2017, il livello più alto dal 2010. I cambiamenti delle politiche locali e del sistema giudiziario nazionale stanno creando problemi alla regione. L’inasprimento delle relazioni con l’Unione Europea e i timori di sanzioni per la Polonia aumentano ulteriormente queste preoccupazioni.

Leggi tutto
21/03/2018
Pubblicazioni economiche

Scontro tra Titani: la crescita della Cina alimenta la concorrenza con il Giappone degli interessi in Asia

La Cina è diventata indubbiamente il nuovo campione di globalizzazione. In nessun altro posto si sente così forte come in Asia. Fin dal suo ingresso nell’Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC) nel 2001, il paese si è posizionato al centro delle filiere più importanti del mondo, diventando in breve tempo il più grande partner commerciale per numerose economie asiatiche.

Leggi tutto
20/03/2018
Pubblicazioni economiche

Comportamento di pagamento in Polonia nel 2018: i ritardi di pagamento aumentano in un contesto di crescita solida

La seconda edizione dello studio Coface sull’esperienza di pagamento in Polonia è stato realizzato lo scorso dicembre. Il 2017 ha registrato un picco della ripresa economica, con una crescita del PIL in aumento del 4,6% - il livello più alto dell’espansione economica dal 2011. Questo contesto ha creato condizioni favorevoli per le imprese. Lo studio sui pagamenti analizza il comportamento di pagamento delle imprese e rispecchia lo scenario economico nel breve periodo e la situazione strutturale delle imprese. Le imprese polacche dovrebbero continuare a beneficiare del contesto macroeconomico. Coface prevede che l’economia polacca si stabilizzerà quest’anno, con una crescita del PIL del 3,8% - un ritmo inferiore rispetto al 2017, ma ancora solido e su più ampia base. Secondo lo studio Coface, in 9 settori su 12 analizzati l’ammontare dei crediti commerciali diminuirà nei prossimi mesi. Il 51% delle imprese prevede che la propria redditività aumenterà nel breve periodo, mentre il 39% un calo. Per il settore automobilistico, energetico e tessile-abbigliamento si attende un miglioramento delle vendite. Al contrario, per il settore farmaceutico, le costruzioni e i metalli si prevede un calo delle vendite nei prossimi mesi.

Leggi tutto
14/03/2018
Pubblicazioni economiche

Imprese in Francia: meno insolvenze ma ancora molte imprese Zombi

Il numero di insolvenze in Francia continua a diminuire: -8,3% annuo a fine gennaio. Questa performance positiva si inserisce in un contesto di consolidamento della crescita pari al 2% nel 2017.

Leggi tutto
06/03/2018
Pubblicazioni economiche

L’industria automobilistica in Messico: venti contrari provenienti dal nord

L’industria automobilistica messicana ha conosciuto nel 1993 una forte crescita in seguito alla firma del NAFTA, l’Accordo nordamericano per il libero scambio. L’importanza del settore è cresciuta, passando dall’1,5% del PIL e l’8,5% della produzione manifatturiera al 3% del PIL e al 18% della produzione manifatturiera nel 2015. Attualmente il Paese è il settimo più importante produttore di autoveicoli nel mondo e il più grande in America Latina (dopo aver superato il Brasile nel 2014). Tuttavia, la performance favorevole dell’automotive non è avvertita in maniera positiva da tutti. Fin dall’inizio della campagna elettorale nel 2016, il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha costantemente attaccato il NAFTA, accusando l’accordo di essere all’origine del deficit commerciale degli Stati Uniti con il Messico (71,1 mld di dollari nel 2017) e della perdita di posti di lavoro. L’industria automobilistica è uno dei punti oggetto della negoziazione, e non a caso: il trasporto e i relativi componenti rappresentano circa il 13,9% delle esportazioni totali statunitensi verso il Messico e il 33,7% delle importazioni totali statunitensi dal Messico. In generale, è il settore con il maggiore disequilibrio commerciale negli Stati Uniti.

Leggi tutto
09/01/2018
Pubblicazioni istituzionali

Brochure Coface in Italia

Scarica la Brochure Coface in Italia

Leggi tutto
21/12/2017
Pubblicazioni economiche

Turchia: Crescita notevole ma aumento della vulnerabilità a causa di fattori esterni

LE RAGIONI DIETRO ALLA CRESCITA

Leggi tutto
15/12/2017
Pubblicazioni economiche

Francia: il settore biologico è condannato a rinunciare ai suoi principi?

L’industria agroalimentare si confronta con varie sfide in Europa, tra cui quella - centrale – di ripartire il valore creato. Per reagire e rispondere alla necessità di garantire un’alimentazione sana, sicura e sostenibile, il governo francese ha organizzato dal 20 luglio al 30 novembre 2017 gli Stati generali dell’alimentazione.

Leggi tutto
05/12/2017
Pubblicazioni economiche

Pagamento delle imprese in Germania

Coface realizza il secondo studio nel 2017 sul comportamento di pagamento in Germania, dando così la possibilità di confrontare i risultati delle due analisi. In generale, molte delle tendenze registrate l’anno scorso sono state in parte confermate nel 2017. Per alcuni aspetti, i miglioramenti riguardano la situazione dei pagamenti delle imprese tedesche. Lo studio rivela che il 78% circa
delle imprese risente dei ritardi di pagamento. Tuttavia, il ratio è diminuito di oltre 6 punti percentuali nel corso dell’anno. La situazione positiva delle imprese tedesche si riflette anche nella valutazione di una lieve riduzione dei volumi finanziari dei crediti nell’ultimo anno. I ritardi di pagamento per le imprese intervistate registrano tempistiche gestibili. I rischi potenziali di liquidità dovuti ai crediti di lungo periodo sono bassi e pochi rispetto al 2016. Risultato del miglioramento del contesto macroeconomico globale, l’esperienza di pagamento delle imprese orientate all’export è significativamente
migliorata rispetto all’anno scorso. Anche se una cautela maggiore nella concessione delle dilazioni di credito può aver influito.

Leggi tutto
01/12/2017
Pubblicazioni economiche

Focus insolvenze in Polonia

Quest’anno, in Polonia, risultano in crescita le procedure di insolvenza e ristrutturazione d’impresa. Nel corso nei primi tre trimestri del 2017, sono aumentate del 14% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Leggi tutto
23/11/2017
Pubblicazioni economiche

Il settore automobilistico britannico

Il settore automobilistico britannico comincia una traversata nel deserto. La voce dei principali rappresentanti dell’industria in merito alle conseguenze negative di una potenziale “hard Brexit” sembra rimanere inascoltata oltre Manica. In un contesto economico incerto, in cui si moltiplicano le difficoltà, questi rappresentanti ritengono che, in questa fase, le negoziazioni tra Regno Unito e Unione Europea, siano ad essi sfavorevoli, malgrado il Premier britannico abbia recentemente insistito sulla volontà del paese di rimanere nel mercato unico. Gli anni fiorenti dell’industria britannica sembrano finiti. Malgrado il paese disponga di numerose risorse, l’industria automobilistica dovrà rinnovarsi ancora una volta per resistere allo shock annunciato della Brexit. Dovrà affrontare numerose sfide, e contemporaneamente la prospettiva di un’uscita disordinata dall’UE pesa sulla sua capacità futura di investimento e innovazione. La debolezza dell’esecutivo britannico aumenta l’incertezza sul futuro del settore.

Leggi tutto
15/11/2017
Pubblicazioni istituzionali

Il futuro della siderurgia mondiale

Il 2016 ha segnato un nuovo record nel commercio mondiale di prodotti siderurgici. Indiscussa protagonista nel commercio di acciaio è la Cina, che con i suoi oltre ottocento milioni di tonnellate sfornati nel2016 rappresenta circa la metà della produzione globale. L’Unione Europea ha reagito all’invasione dell’acciaio estero variando un numero record di misure di difesa commerciale (oltre 40, di cui circa la metà nei confronti dei prodotti cinesi) per difendere l’industria siderurgica europea dalla concorrenza sleale esercitata da paesi terzi.

Leggi tutto
13/11/2017
Pubblicazioni economiche

Embargo in Qatar

Il 5 giugno, Arabia Saudita, Emirati Arabi, Egitto e Bahrein, (conosciuti come il “quartetto”), hanno annunciato l’interruzione delle relazioni diplomatiche con il Qatar a causa delle sue relazioni con l’Iran e le accuse di sostenere l’estremismo. Il quartetto ha sospeso tutti i collegamenti aerei e via mare, mentre l’Arabia Saudita ha chiuso le frontiere con il paese. Ciò significa che le importazioni via terra di prodotti alimentari e altre merci verso il Qatar sono bloccate. Le sanzioni hanno avuto diversi impatti, in particolare sul commercio, sui flussi di capitale e umani. Tuttavia, il Qatar, il più grande esportatore mondiale di gas naturale liquido, è stato capace di contenere gli effetti della crisi, grazie alle riserve di liquidità e oro. Il governo ha preso misure immediate ed effettive che, insieme all’aumento delle esportazioni energetiche, sono state in grado di mitigare le sfide emerse con la crisi. In questo contesto, Coface prevede che l’economia del Paese crescerà del 3,4% nel 2017 e del 3% nel 2018 – sebbene sia ben al si sotto della crescita reale annua del 13% registrata tra il 2005 e il 2014.

Leggi tutto
09/11/2017
Pubblicazioni economiche

Cina-Africa: Il matrimonio di ragione durerà’?

Wolf Warrior 2, uscito a luglio 2017è diventato il primo film non hollywoodiano tra i top 100 di tutti i tempi al box-office mondiale. Il film presenta la Cina come la protettrice dell’Africa. Dopo soli quattro giorni dall’uscita del film, la Cina ha inaugurato la sua prima base militare all’estero sulla costa di Gibuti, concretizzando il messaggio del film. La Cina ha manifestato un interesse marcato per il Gibuti, piccolo paese del Corno d’Africa che rappresenta un punto di entrata nel continente, in particolare dopo l’organizzazione del primo Forum di Cooperazione Cina-Africa (FOCAC).

Leggi tutto
23/10/2017
Pubblicazioni economiche

Elezioni Legislative in Argentina: è in gioco la continuità politica a favore delle imprese?

Dopo l’inizio del mandato di Mauricio Macri a metà dicembre 2015, l’economia è ripartita. Durante la prima settimana di governo di Macri, il tasso di cambio è stato liberalizzato, i controlli dei prezzi rimossi, le barriere all’importazione cancellate, le statistiche economiche nazionali screditate riviste, le sovvenzioni ridotte e il problema dei creditori recalcitranti è stato finalmente risolto ad aprile 2016. L’ultima di queste misure ha permesso al paese di rientrare nel mercato finanziario internazionale dopo un’interruzione durata ben 15 anni. A dicembre 2016, Coface ha così riclassificato la valutazione rischio paese dell’Argentina a B1. Alla fine del primo anno di governo l’inflazione è aumentata al 41%, riducendo il potere di acquisto delle famiglie e portando l’economia in recessione (PIL -2,2% nel 2016). In risposta sono esplose numerose proteste sociali.

Leggi tutto
10/10/2017
Pubblicazioni economiche

Il mercato obbligazionario, la nuova "ruota di scorta" delle imprese nei paesi emergenti?

Il 2017 è sinonimo di calma congiunturale nel mondo emergente, ma non bisogna dimenticare i tre anni precedenti caratterizzati da un rischio d’impresa in peggioramento. Le ragioni erano diverse: crollo dei prezzi delle materie prime, elevato indebitamento delle imprese, sovraccapacità produttiva, rischio politico ai massimi livelli ecc.. In questo contesto contrastato, le imprese hanno dovuto far fronte anche a condizioni del credito più restrittive.

Leggi tutto
04/10/2017
Pubblicazioni economiche

Marocco: Estensione dei termini di pagamento, una tendenza che lascia perplessi?

“Nel 2015 più del 30% delle imprese intervistate affermava che la tempistica tra l’emissione della fattura e il saldo era dai 30 ai 60 giorni, ora la percentuale di imprese intervistate è diminuita al 24% nel 2016 e all’11% nel 2017”

Leggi tutto
29/09/2017
Pubblicazioni economiche

Barometro rischio paese e settoriale 3° Trimestre 2017 – ripresa della crescita mondiale: reale o apparente?

Una volta tanto, l’estate si è rivelata particolarmente calma. Nessun grande avvenimento ha sconvolto la direzione presa dall’economica mondiale. Mentre le estati 2015 e 2016 sono state segnate dal crollo della Borsa in Cina dopo la Brexit, l’estate 2017 al contrario, si è caratterizzata per la debolezza storica della volatilità sui mercati finanziari a fine luglio, sebbene numerosi indici borsistici come S&P 500 o l’indice MSCI hanno raggiunto livelli record.

Leggi tutto
20/09/2017
Pubblicazioni economiche

In America latina è tempo di far fronte alle lacune delle infrastrutture

Durante il superciclo delle materie prime, durato oltre un decennio, più o meno fino al 2014, le economie dell’America Latina hanno registrato performance solide.

Leggi tutto
14/09/2017
Pubblicazioni economiche

Panorama Coface Top Ranking 500 settembre 2017

AUTO E TRASPORTI SONO IN TESTA NELLA REGIONE

Leggi tutto
14/09/2017
Pubblicazioni economiche

Europa Centrale e orientale: diminuiscono le insolvenze d'impresa malgrado temporanei venti contrari nel settore edilizio

Nonostante il rallentamento l’anno scorso, la crescita del PIL in media è rimasta a un livello stabile, 2,9% in Europa centrale e orientale. Le economie hanno beneficiato della situazione favorevole sul mercato del lavoro, con un tasso di disoccupazione in contrazione e salari in aumento. Il miglioramento dello scenario macroeconomico ha avuto effetti positivi sulle imprese. Nel 2015 le insolvenze d’impresa sono diminuite del 14% e nel 2016 di un altro 6%. Nel corso dell’anno passato, solo 6 aziende su 1000 risultavano insolventi. La diversità nella regione sottolinea un’ampia varietà di dinamiche, che vanno dal crollo del 35,6% dei procedimenti in Bulgaria, a un lieve aumento del 2,6% in Polonia, fino a un’impennata del 56,9% in Ungheria. In tutta la regione, le imprese di costruzione sono state ampiamente interessate nelle statistiche sulle insolvenze a causa del rallentamento dell’attività edilizia. Le costruzioni sono quindi al primo posto nella classifica dei settori declassati in Europa centrale e orientale.

Leggi tutto
08/08/2017
Pubblicazioni economiche

America Latina: gli aspetti vincenti e perdenti della “Trumponomics”

I cambiamenti politici negli Stati Uniti hanno generato incertezza sulle politiche commerciali che potrebbero essere attuate e sulla vulnerabilità della regione a condizioni finanziarie più restrittive. Dalla vittoria di Donald Trump, le valute di numerosi paesi emergenti hanno subito un crollo rispetto al dollaro.

Leggi tutto
25/07/2017
Pubblicazioni economiche

Le difficili condizioni di finanziamento per le imprese del CCG: l’effetto nascosto del prezzo basso del petrolio

I prezzi del petrolio hanno subito un calo del 75% circa tra la metà del 2014 e gennaio 2016, con il prezzo del Brent crollato ad appena 28$ a barile. Da quel momento, i prezzi sono aumentati dell’85% circa, a 50$ circa a barile. Il basso costo continua a pesare sulla liquidità dei paesi del CCG. Questi paesi dipendono fortemente dal petrolio,

Leggi tutto
20/07/2017
Pubblicazioni economiche

Studio 2016 sul comportamento di pagamento delle imprese in asia: rischi estremi in aumento

Ogni anno Coface conduce uno studio per analizzare i comportamenti e le esperienze di pagamento delle imprese in otto economie selezionate nella regione Asia Pacifico. L’analisi del comportamento di pagamento per il 2016 mostra che i rischi di mancato pagamento si sono intensificati a causa dello stress finanziario e di controlli sulla concessione del credito meno fiscali.

Leggi tutto
06/07/2017
Pubblicazioni economiche

Una ventata di ottimismo per l’economia mondiale

Alla fine del primo trimestre 2017, ci si chiedeva se la timida ripresa economica mondiale fosse stata o meno un fuoco di paglia. Tre mesi più tardi, la ripresa sembra durare, soprattutto per numerosi settori industriali e in Europa, malgrado qualche nuvola all’orizzonte negli Stati Uniti e in Cina oscuri lo scenario.

Leggi tutto
09/06/2017
Pubblicazioni istituzionali

Rapporto Annuale 2016

Il 2016 è stato un anno impegnativo per Coface a causa del rapido aumento dei rischi nei paesi emergenti e al trasferimento dell’attività storica di gestione delle garanzie pubbliche allo Stato francese.

Leggi tutto
06/06/2017
Pubblicazioni economiche

Come se la caveranno le imprese britanniche di fronte alla Brexit?

Un anno dopo il “sì” in favore della Brexit, vissuta come un trauma, è arrivato il momento per il Regno Unito di accelerare l’uscita dall’Unione Europa (UE). Il Primo Ministro Theresa May voleva ampi spazi di manovra convocando elezioni legislative anticipate l’8 giugno.

Leggi tutto
01/06/2017
Pubblicazioni economiche

Russia: dalla recessione alla ripresa, ma in quale misura e a quale ritmo?

Tra il 1999 e il 2008, il PIL della Russia è migliorato in media del 7% circa all’anno. Nel 2009, il crollo dei prezzi del petrolio ha trascinato il paese in una forte recessione (-7,8%); in seguito, l’effetto di fattori che hanno sostenuto la crescita è cessato.

Leggi tutto
31/05/2017
Pubblicazioni istituzionali

Il ritorno del Rischio Politico in uno scenario in continua evoluzione

In Europa, la vittoria di Emmanuel Macron ha mitigato il rischio politico a livello mondiale (che combina conflitti, terrorismo e fragilità politico-sociale) ma è un fatto che sia in ascesa da un decennio; per questo Coface ha scelto di monitorarlo regolarmente attraverso il nuovo Global Political Risk Index, che prende in considerazione 159 paesi.

Leggi tutto
23/05/2017
Pubblicazioni economiche

Emirati Arabi: le imprese pagano in ritardo, ma cresce l’export

In un momento in cui le imprese affrontano un calo della domanda e problemi di liquidità, uno sguardo più approfondito al comportamento di pagamento è d’obbligo.

Leggi tutto
15/05/2017
Pubblicazioni economiche

Scarsità di manodopera nei paesi dell’Europa centrale e orientale: una preoccupazione crescente per le imprese

Il mercato del lavoro in Europa Centrale e Orientale è in continuo miglioramento. I tassi di disoccupazione hanno raggiunto i livelli più bassi mai registrati e molte economie dell’area stanno beneficiando di una bassa disoccupazione rispetto alla media UE.

Leggi tutto
03/05/2017
Pubblicazioni economiche

Insolvenze nelle costruzioni in Francia: i tassi di interesse sono la chiave

Dopo il calo del 2014, si moltiplicano i segnali di ripresa nel settore delle costruzioni; anche le insolvenze d’impresa sono in diminuzione. Le famiglie francesi sono più orientate verso il mattone in virtù del loro potere d’acquisto mai stato così elevato dal 2003, grazie soprattutto ai tassi di interesse storicamente bassi.

Leggi tutto
05/04/2017
Pubblicazioni economiche

Studio sul comportamento di pagamento delle imprese in Cina: il problema sta nel dettaglio

Nel 2016, in Cina le dilazioni di pagamento differiscono rispetto a quelle degli anni passati. Sono poche le imprese cinesi ad offrire vendite a credito – quelle che le concedono offrono in media termini di pagamento buoni. Questo trend indica una diminuzione selettiva dei controlli del credito in Cina.

Leggi tutto
30/03/2017
Pubblicazioni economiche

Ripresa della crescita mondiale: più che un fuoco di paglia?

In questo inizio anno, si moltiplicano i segnali di ripresa della crescita mondiale. Le imprese sono più fiduciose. La tendenza al rialzo dell’inflazione nelle economie avanzate e in Cina, se si riconfermerà nei prossimi mesi e non riguarderà più unicamente i prezzi dell’energia, attesta un allontanamento del rischio di inflazione.

Leggi tutto
27/03/2017
Pubblicazioni economiche

Panorama: il continuo aumento dei rischi politici

Gli articoli e gli editoriali in materia si stanno moltiplicando. Con l’aumento delle incertezze in Europa e Stati Uniti e i conseguenti effetti sistemici, l’impatto del rischio politico è diventato una realtà. Ci troviamo quindi di fronte ad un mondo in cui il rischio politico è più significativo?

Leggi tutto
20/03/2017
Pubblicazioni economiche

Deprezzamento dello yuan, misure di controllo dei capitali e nuova politica monetaria – quali implicazioni per le imprese cinesi?

Il potenziale deprezzamento del renminbi (RMB) e l’implementazione delle misure di controllo dei capitali, rappresentano dei rischi di lungo periodo per la Cina. La recente posizione del paese “prudente e neutrale” in termini di politica monetaria, annunciata a inizio anno e confermata al Congresso Nazionale del Popolo, ha attirato l’attenzione. Questo Focus mira a fornire un punto di vista su questi tre aspetti, analizzando le implicazioni sulle imprese cinesi.

Leggi tutto
17/03/2017
Pubblicazioni economiche

Insolvenze d’impresa in Francia: l’anno inizia com’è terminato quello passato

In Francia il calo delle insolvenze continua da maggio 2014. Il numero di fallimenti ha raggiunto il livello più basso da settembre 2012, 58.031 imprese (-2,8% rispetto al medesimo periodo nel 2016).

Leggi tutto
27/02/2017
Pubblicazioni economiche

Panorama: ripresa economica malgrado le incertezze

Crollo del prezzo del barile e dei mercati finanziari in inverno, referendum sulla Brexit in estate, vittoria di Donald Trump in autunno…un 2016 scandito da numerose agitazioni. Si può sperare in una tregua, con una ripresa per il 2017?

Leggi tutto
14/02/2017
Pubblicazioni economiche

Panorama Coface: studio sul comportamento di pagamento delle imprese in Brasile

Coface conduce studi sul comportamento di pagamento in diverse economie tra cui Cina, Marocco e Germania. Questo studio è il primo sul Brasile, e ha l’obiettivo di conoscere meglio il comportamento di pagamento delle imprese e la salute dell’economia.

Leggi tutto
24/01/2017
Pubblicazioni economiche

Panorama: ripresa economica malgrado le incertezze

Crollo del prezzo del barile e dei mercati finanziari in inverno, referendum sulla Brexit in estate, vittoria di Donald Trump in autunno…un 2016 scandito da numerose agitazioni. Si può sperare in una tregua, con una ripresa per il 2017?

Leggi tutto
20/01/2017
Pubblicazioni istituzionali

Germania: 2017 solido ma riflettori puntati sulle elezioni federali

La frenata del commercio mondiale non impensierisce la Germania, che quest’anno secondo le previsioni Coface assisterà a un aumento del PIL dell’1,8%: il calo del commercio estero sarà compensato da una crescita dei consumi interni, a loro volta alimentati dagli alti livelli di occupazione.

Leggi tutto
18/01/2017
Pubblicazioni economiche

Panorama Polonia studio sui pagamenti – aumentano i ritardi di pagamento delle imprese polacche

Il primo studio Coface sull’esperienza di pagamento in Polonia è stato condotto durante un periodo temporaneo di rallentamento economico, risultato del cambiamento del nuovo bilancio dell’Unione Europea e della riluttanza delle imprese a investire in capitale fisso durante il 2016. Rispetto al 2015, Coface stima che nel 2016 la crescita del PIL era inferiore di 1,2 punti percentuale, pari al 2,7% circa. Lo studio sui pagamenti analizza il comportamento di pagamento delle imprese, che rispecchia sia la situazione economica che il contesto imprenditoriale.

Leggi tutto
31/12/2016
Pubblicazioni economiche

Barometro Rischio Paese 3° Trimestre 2016

L’inizio dell’estate ha lasciato un segno, tanto quanto l’idea dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea sembrava improbabile. Lo shock della Brexit il 23 giugno scorso ha fatto tremare i mercati finanziari mondiali.

Leggi tutto
27/12/2016
Pubblicazioni economiche

Panorama Turchia: fine dell’era del tulipano?

L’economia turca ha assistito a numerosi shock durante il 2015 e il 2016. Le incertezze politiche in aumento, le tensioni regionali e l’incremento del tasso di cambio statunitense hanno portato alla riduzione delle entrate da turismo, al rallentamento della domanda dei consumatori e un minor interesse da parte degli investitori esteri e non, oltre all’indebolimento della valuta locale.

Leggi tutto
22/12/2016
Pubblicazioni economiche

Tempi ancora duri per il Sudafrica?

La performance di crescita del Sudafrica è in declino dall’inizio della crisi finanziaria globale. Dal picco del 2011, il tasso di crescita (colpito dai prezzi bassi delle materie prime e dai problemi dovuti alla fornitura di elettricità) ha continuato a diminuire. Nonostante nel 2015 la forte siccità abbia influito negativamente sull’agricoltura, le attività di servizi (come il settore finanziario e la distribuzione) sono risultate dinamiche.

Leggi tutto
16/12/2016
Pubblicazioni economiche

Panorama – insolvenze d’impresa in Francia: ulteriore diminuzione nel 2017

Il numero di insolvenze registrato a fine ottobre 2016 in Francia continua a diminuire: 1,0% in un anno. La buona notizia dovrebbe essere confermata per tutto l’anno: Coface prevede un calo del 3,8% nel 2016; dati positivi grazie alla capacità delle imprese di resistere alla crescita debole. Grazie alla ristabilizzazione dei margini (32% del valore aggiunto delle società non finanziarie previste nel 2016), hanno saputo far fronte al rallentamento dell’attività, come quello osservato dal secondo trimestre. Come nel 2016, anche nel 2017 gli investimenti delle imprese dovrebbero diminuire di poco, in parte a causa delle incertezze legate ai risultati delle elezioni presidenziali.

Leggi tutto
16/12/2016
Pubblicazioni economiche

Panorama – uberizzazione dell’economia in Francia: una nuova arma di distruzione di massa?

Perché l’economia collaborativa ha riscosso così tanto successo in Francia? Per la crescita a due cifre e perché è sinonimo di giovinezza e innovazione. La Francia è uno leader europei in questo mercato soprattutto grazie a un contesto normativo favorevole (come lo status speciale di lavoratore autonomo unico in Europa). Le transazioni realizzate nel settore dovrebbero crescere di venti volte entro il 2025, e proseguire la loro tendenza attuale: tra il 2012 e il 2014, il numero di annunci Airbnb a Parigi è aumentato di ben otto volte. Inoltre, in Francia dal 2010, sono state create 14.000 società di noleggio auto con conducente (NCC), aumento dovuto sia a ragioni economiche da parte dei fruitori e imprenditori sia per mancanza di un’offerta strutturale.

Leggi tutto
06/12/2016
Pubblicazioni economiche

Panorama – economia tedesca nel 2017: stabile ma non sostenuta

Le previsioni di Coface di una crescita solida giungono quasi a sorpresa. Quest’anno si prevede una crescita del PIL pari all’1,8% (aggiustato e corretto per i giorni lavorativi a seconda del periodo dell’anno). Per il 2017 si prevede una crescita di poco inferiore pari all’1,5%. Dal 2015, l’economa tedesca è cresciuta più velocemente rispetto al potenziale da 1 a 1,5% previsto dalla Bundesbank e da numerosi istituti di ricerca.

Leggi tutto
30/11/2016
Pubblicazioni economiche

Barometro del rischio settoriale nel mondo – 4° Trimestre 2016

Come ogni trimestre, Coface conduce un’analisi sui rischi di 12 settori in 6 regioni del mondo in cui vengono valutati 17 paesi. La bilancia risulta ancora una volta negativa con otto settori declassati e solo uno promosso. Tali cambiamenti riguardano il Nord America (aumento dei rischi nei settori della distribuzione, del tessile-abbigliamento, della carta-legno e dei trasporti), l’Europa occidentale (declassamento dell’agroalimentare), l’Europa centrale (declassamento delle costruzioni e delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione ma riclassificazione dei trasporti) e il Medio Oriente (declassamento delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione).

Leggi tutto
15/11/2016
Pubblicazioni economiche

Economia messicana: maggiori difficoltà all’orizzonte

Dal 2012, l’economia messicana ha registrato un miglioramento al di sopra della media dell’America Latina. La Regione ha subito una contrazione dello 0,5% nel 2015, il Messico, la seconda economia per grandezza, è cresciuta del 2,5%. Le previsioni a breve termine non sono così rosee Coface prevede che il PIL del paese crescerà dell’1,6% nel 2016 e dell’1,5% nel 2017.

Leggi tutto
14/11/2016
Pubblicazioni economiche

Abenomics: la strategia definita prima freccia non ha avuto l’impatto sperato sulle esportazioni giapponesi e sullo yen

Dal lancio dell’Abenomics a inizio 2013, il Paese si è ampiamente focalizzato nella strategia descritta come prima freccia, una spinta verso una politica monetaria aggressiva che la Banca del Giappone (BoJ) ha avviato ad aprile 2013. I mercati hanno sempre richiesto (e in generale accolto) una politica monetaria più espansiva, ma si evidenziato numerose dubbi circa l’impatto della prima freccia. Questo Panorama fornisce due punti di vista per le seguenti questioni chiave.

Leggi tutto
21/10/2016
Pubblicazioni economiche

Economie europee: il rischio politico rovinerà la festa nel 2017?

Referendum britannico di giugno, elezioni legislative in Spagna a dicembre 2015 e giugno 2016… in questi ultimi dodici mesi, le scadenze politiche dagli esiti imprevisti e dalle conseguenze incerte si sono moltiplicate in Europa.

Leggi tutto
20/10/2016
Pubblicazioni economiche

Il prezzo del petrolio e il termometro degli emergenti, nuovamente al centro delle tensioni

L’inizio dell’estate ha lasciato un segno, tanto quanto l’idea dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea sembrava improbabile. Lo shock della Brexit il 23 giugno scorso ha fatto tremare i mercati finanziari mondiali. L’attenzione è stata quindi interamente rivolta al Regno Unito, ma Theresa May, Primo Ministro britannico, ha appena dichiarato di voler mettere in pratica l’articolo 50 prima della fine di marzo 2017.

Leggi tutto
07/10/2016
Pubblicazioni economiche

Panorama America Latina: perché le esportazioni di prodotti manifatturieri sono ancora deboli?

Fino al 2014, le esportazioni dell’America Latina sono state spinte dalla grande domanda cinese di materie prime e dall’aumento del loro prezzo a livello internazionale. Le abbondanti risorse naturali del paese hanno trainato i risultati economici durante il periodo favorevole per le materie prime, facendo della regione il principale fornitore di prodotti di base, in particolare per la Cina.

Leggi tutto
30/09/2016
Pubblicazioni economiche

Panorama Francia - Settembre 2016

L’economia francese beneficia ancora di una tendenza positiva, malgrado il secondo trimestre abbia risentito di shock esterni.

Leggi tutto
30/09/2016
Pubblicazioni istituzionali

Rischio paese: Usa e Cina giganti fragili

L’economia mondiale rallenta, ma l’Italia migliore. Per il sesto anno consecutivo, la crescita mondiale si assesta a un 3%, confermando un’economia “atona”, nonostante politiche espansive. In questo difficile contesto, le aziende italiane danno prova di abilità e coraggio.

Leggi tutto
28/09/2016
Pubblicazioni economiche

Marocco: l’economia rallenta, i tempi di pagamenti si allungano

Dopo lo studio sui tempi di pagamento delle imprese marocchine pubblicato a maggio 2015, Coface presenta i risultati della seconda edizione. Come nel 2015, l’indagine analizza l’evoluzione dei comportamenti di pagamento delle imprese marocchine e le loro percezioni sulla congiuntura.

Leggi tutto
22/09/2016
Pubblicazioni economiche

Agroalimentare in nord Africa: un settore strategico alla mercé della natura

L’agroalimentare è uno dei settori più importanti per le economie nordafricane. Sebbene il suo contributo varia nella regione, nel 2014 contava per il 9,5% del valore aggiunto lordo totale in Tunisia, per il 12,7% in Algeria, per il 13% in Egitto e per il 15,6% in Marocco. Nel 2015 il settore forniva impiego al 21,7% della forza lavoro totale in Egitto, al 15% in Tunisia e al 40% circa in Marocco.

Leggi tutto
21/09/2016
Pubblicazioni economiche

Panorama Polonia: le insolvenze diminuiscono grazie alla crescita economica favorevole

Pur con un lieve rallentamento, la crescita economica della Polonia continua a registrare un andamento favorevole, rimanendo ad un livello mai raggiunto dalle altre economie. L’attività economica debole, confermata dai dati recenti, potrebbe comportare delle sfide per le imprese polacche. Ciononostante, finora, le imprese hanno beneficiato di condizioni macroeconomiche positive, godendo di un altro anno di insolvenze d’impresa ad un livello ridotto.

Leggi tutto
08/09/2016
Pubblicazioni economiche

La farmaceutica statunitense di fronte a due scenari opposti

Sebbene gli Stati Uniti siano il paese industrializzato che investe in media di più nella sanità (17,1% del PIL nel 2013), tali risultati sono meno soddisfacenti rispetto a quelli degli altri paesi avanzati in termini di sanità pubblica.

Leggi tutto
01/09/2016
Pubblicazioni economiche

Indagine sul comportamento di pagamento delle imprese tedesche

Per la prima volta, nel 2016, Coface conduce un’indagine sul comportamento di pagamento in Germania, che segue quello sulla Cina di quest’anno, e altri sette per i paesi dell’Asia-pacifico e del Marocco. Lo studio sulla Germania mostra che, nonostante la situazione economia del paese sia solida, l’84% circa delle imprese risente di ritardi di pagamento.

Leggi tutto
25/08/2016
Pubblicazioni economiche

Cina, un’economia a due velocità: i vincitori e i vinti del settore

“ALLA LUCE DELLE RIFORME STRUTTURALI IN CORSO, “LA STORIA DELLE DUE CINE” SI TRADUCE CON L’INDIVIDUAZIONE DEI VINCITORI E DEI VINTI DEL SETTORE, LEGATA AL POTENZIALE DI CRESCITA DI MEDIO E LUNGO PERIODO, DALLE POLITICHE DI GOVERNO E DALLA DOMANDA STRUTTURALE.”

Leggi tutto
28/07/2016
Pubblicazioni economiche

Barometro del rischio settoriale nel mondo – luglio 2016

Coface aggiorna le valutazioni settoriali per 17 paesi: Stati Uniti, Giappone, Germania, Francia, Regno Unito, Italia, Spagna, Cina, India, Brasile, Messico, Polonia, Russia, Turchia, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Sudafrica.

Leggi tutto
21/07/2016
Pubblicazioni economiche

Insolvenze in Europa centrale e orientale

In Europa centrale e orientale le imprese hanno registrato tassi stabili e più strutturati di crescita economica l’anno scorso. Grazie alla situazione positiva del mercato del lavoro, il tasso di disoccupazione è diminuito per raggiungere in molti casi livelli storicamente più bassi. Il combinato effetto di aumento dei salari e inflazione bassa, hanno reso i consumi privati un motore chiave per la crescita.

Leggi tutto
18/07/2016
Pubblicazioni economiche

Africa sub-sahariana: colpita ma non affondata

Debolezza della crescita mondiale caratterizzata soprattutto dal rallentamento della Cina, crollo dei prezzi delle materie prime. L’Africa sub-sahariana non è risparmiata dalla tempesta globale e cerca di mantenere la crescita contro venti e maree. I produttori di materie prime sono i più colpiti. La capacità di adattamento a tali shock è fondamentale perché questi paesi possano perseguire lo sviluppo, tanto più che le condizioni di finanziamento sono fortemente deteriorate.

Leggi tutto
15/07/2016
Pubblicazioni economiche

Emirati Arabi Uniti: una nuova era di crescita più lenta

L’economia degli Emirati Arabi Uniti è la più diversificata della regione del Golfo. Tale caratteristica si rivela particolarmente importante dalla metà del 2014, con il crollo dei prezzi del petrolio. Nel 2015, solo il 30% del PIL e il 20% circa delle esportazioni provenivano da redditi da idrocarburi. Questo ha reso il paese meno vulnerabile agli shock dei prezzi del petrolio.

Leggi tutto
04/07/2016
Pubblicazioni economiche

Barometro del rischio paese 2° trimestre 2016 – Cina e Stati Uniti, due colossi dai piedi d’argilla

Numeri di crescita positivi in Europa, ripresa di numerose valute emergenti e dei prezzi del petrolio: in primavera i segnali di tranquillità si erano moltiplicati prima del referendum britannico del 23 giugno.

Leggi tutto
01/07/2016
Pubblicazioni economiche

Insolvenze d'impresa in nord Europa: diminuzione lenta nel 2016

Il miglioramento della situazione macroeconomica in Europa (spinto dal crollo dei prezzi del petrolio, dall’euro più debole e dall’elevata politica monetaria espansionista della BCE) ha avuto effetti positivi sulle imprese della regione. L’anno scorso, i fallimenti sono diminuiti drasticamente in quasi tutti i paesi della regione – in particolare questo panorama è dedicato ai paesi della regione Nord Europa: Germania, Olanda, Svezia e Danimarca.

Leggi tutto
14/06/2016
Pubblicazioni economiche

Studio sui pagamenti delle imprese in Asia

Ogni anno Coface conduce uno studio sui trend e le esperienze di pagamento delle imprese in 8 economie nella regione Asia Pacifico.
Nel 2015, le modalità di concessione del credito sono rimaste ampiamente in linea con quelle degli anni precedenti, sebbene ci fossero segnali di un approccio al credito più cauto. Tuttavia, i rischi di ritardi di pagamento sembrano essere aumentati, intensificando la pressione finanziaria sulle imprese asiatiche.

Leggi tutto
09/06/2016
Pubblicazioni istituzionali

Rapporto Annuale 2015

La parola al direttore generale
2015, rinnovata l'offerta commerciale

Leggi tutto
31/05/2016
Pubblicazioni economiche

Insolvenze d’impresa in Francia: la ripresa è finalmente in atto?

La ripresa è finalmente iniziata? È la domanda che ci si pone dopo un inizio 2016 segnato da una serie di indicatori favorevoli per l’economia francese. Ma dopo tante false partenze, e altrettante speranze infrante nel 2009, è opportuno rimanere cauti.
Alcuni segnali invitano all’ottimismo: nel 1° trimestre la crescita ha subito un’accelerazione e, non solo grazie ai consumi delle famiglie. Gli investimenti delle imprese, infatti, sembrano ripartiti e quest’anno, per la prima volta dal 2012, contribuiranno positivamente all’economia.

Leggi tutto
20/05/2016
Pubblicazioni economiche

Brasile: un paese in forte recessione con un primo passo verso il nuovo governo

Nel 2015, l’economia del paese si è contratta del 3,8%, principalmente a causa del crollo degli investimenti e del collasso dei consumi. L’attuale recessione e lo scandalo di corruzione Carwash1 hanno influito sulla prima di queste variabili, mentre la seconda ha provocato un aumento della disoccupazione, la crescita negativa degli stipendi reali e il deterioramento delle condizioni del credito.

Leggi tutto
16/05/2016
Pubblicazioni economiche

Panorama Ungheria: verso una crescita duratura per le imprese?

IN UN CONTESTO ECONOMICO DIFFICILE A LIVELLO MONDIALE, L’UNGHERIA STA ANDANDO BENE
Nel 2014 l’Ungheria figurava tra le performance di crescita migliori delle economie dell’Europa centrale e orientale, nonostante successivamente abbia registrato un rallentamento. Tuttavia, con un 2,9% nel 2015 e un 2,2% per quest’anno (previsione Coface), beneficia ancora di una crescita moderata.

Leggi tutto
21/04/2016
Pubblicazioni economiche

Barometro dei rischi settoriali – aprile 2016

Per la prima volta, Coface aggiorna le valutazioni trimestrali del rischio settoriale a livello globale per 12 settori, in 6 regioni nel mondo (rispetto alle 3 regioni di prima). In un contesto di crescita globale affievolita, la bilancia tra miglioramenti e peggioramenti è prevedibilmente spostata verso i declassamenti, a 9 contro 2.

Leggi tutto
21/04/2016
Pubblicazioni economiche

Settore dell’acciaio: produzione a tutto spiano?

Dopo il periodo fortunato degli anni 2000, segnato dal “boom” delle materie prime e dal grande slancio della Cina, divenuta il primo produttore e consumatore, l’indomani dei giorni di festa sono difficili per il settore dell’acciaio: otto anni dopo la crisi del 2008, risente ancora di forti eccessi di capacità che penalizzano le imprese.
Il rallentamento strutturale dell’economia cinese è certamente al primo posto sul banco degli imputati, ma sono in atto anche altri fattori: diminuzione e terziarizzazione dell’attività nel resto del mondo, correlazione dei prezzi dell’acciaio con quelli delle altre materie prime non rinnovabili, ancora in calo.

Leggi tutto
06/04/2016
Pubblicazioni economiche

Imprese nei paesi emergenti: possiamo credere ancora una volta nel "miracolo della fenice"?

Crescita dimezzata tra il 2010 e il 2015, forte aumento del debito, dell’esposizione al rischio di valuta, della povertà e dei costi del credito, diminuzione dei ricavi da esportazione: nel 2015 i nervi delle imprese in numerosi paesi emergenti sono stati messi a dura prova. Ora le cause di tali shock sono ben note: il rallentamento cinese e il suo impatto sugli altri paesi emergenti, il calo dei prezzi delle materie prime dall’estate 2014, l’inversione della politica monetaria statunitense, numerose vincoli sull’offerta che pesano sulle imprese, ecc…

Leggi tutto
01/04/2016
Pubblicazioni economiche

Barometro del rischio paese 1° trimestre 2016

Crescita lenta, pressioni inflazioniste assenti, politiche monetarie espansioniste al massimo e aumento della volatilità nei mercati finanziari, sono i quattro elementi che caratterizzano l’economia globale da inizio 2016. Tale fenomeno sembra recente per tutti i paesi ad eccezione del Giappone, che da vent’anni non riesce a uscire da questa situazione. Le lezioni del giapponese “guinea pig” danno un piccolo segnale di ottimismo: sebbene la politica monetaria sia stata per lungo tempo altamente espansionista, è risultata comunque insufficiente nel dare una spinta alla crescita, come il fornire credito a basso costo per dare una spinta alla domanda, cosa che non si è rivelata utile al fine dell’assorbimento degli eccessi di capacità dal punto di vista dell’offerta.

Leggi tutto
30/03/2016
Pubblicazioni economiche

Studio sul comportamento di pagamento in Cina

Dal 2003, Coface ogni anno realizza uno studio sull’esperienza di pagamento delle imprese in Cina. Nel 2015, i termini medi di pagamento delle imprese cinesi si sono ridotti, riflettendo un approccio più cauto nella concessione di linee di credito ai clienti. Nel 2015, complessivamente, le esperienze di pagamento in Cina, sono peggiorate.

Leggi tutto
21/03/2016
Pubblicazioni economiche

Iran: svolta in vista, ma con cautela

Dopo cinque anni di sanzioni, finalmente l’Iran torna a far parte del mercato globale. Un rientro che avrà un effetto sulla crescita internazionale per quanto concerne il settore petrolifero, ma soprattutto, porterà dei grandi cambiamenti per il paese stesso. Le sanzioni internazionali hanno influito sull’economia iraniana. Due anni consecutivi di crescita negativa e inflazione incontrollata hanno testato i limiti del modello di resistenza iraniano. La revoca dell’embargo europeo gli consentirà di rafforzare il settore petrolifero e tornare sul mercato globale. Il paese è ritenuto il nuovo Eldorado, con i suoi 78 milioni di consumatori potenziali. Inoltre, grazie alle sue ampie riserve di petrolio e gas, forza lavoro qualificata e localizzazione strategica, l’Iran possiede tutte le carte per diventare nei prossimi anni una delle prime economie emergenti.

Leggi tutto
09/03/2016
Pubblicazioni economiche

The German Economy: Safe Inside, Riskier Outside

Negli ultimi anni, l’economia tedesca ha cambiato il proprio modello di crescita. Mentre la domanda interna (soprattutto i consumi privati) – risultava debole e lenta per quasi tutti gli anni 2000, ora rappresenta il fattore di crescita più importante. Al contrario, le esportazioni nette, che in passato sono state estremamente importanti per la crescita economica tedesca, erano relativamente neutrali in termini di performance di crescita nel 2015. Inoltre, quest’anno le esportazioni nette sembrano ostacolare la crescita del PIL, a causa di un’evoluzione più lenta dell’export e del grande e continuo aumento delle importazioni. Tuttavia, grazie alla domanda interna solida del paese, Coface prevede per il 2016 una crescita del PIL di 1,7%.

Leggi tutto
25/02/2016
Pubblicazioni economiche

Il ruolo della Cina in America Latina è molto più di una questione commerciale

Durante il Forum Cina-Celac, tenutosi all’inizio dell’anno scorso, la Cina ha annunciato l’intenzione di aumentare i propri investimenti in America Latina a 250 mld di dollari nei prossimi 10 anni e raggiungere un flusso commerciale di 500 mld di dollari all’anno. La Cina ha delineato anche un quadro di cooperazione “1+3+6” con l’America Latina. L’”1” è riferito a un piano, “3” ai tre motori del commercio, investimenti e cooperazione finanziaria e “6” ai sei campi di connessione del settore, che devono essere rafforzati prioritariamente tra Cina e America Latina (in particolare energia e risorse, realizzazione di infrastrutture, agricoltura, manifatturiero, innovazione scientifiche e tecnologie e tecnologie dell’informazione).

Leggi tutto
15/02/2016
Pubblicazioni istituzionali

Turchia, le nuove sfide di Ankara

Economia chiave tra quelle emergenti, dopo un decennio di riforme ben implementate ed elevati tassi di crescita, la Turchia lotta per rimanere al passo dei suoi concorrenti diretti. Il numero 42 di cofamagazine è dedicato alle principali sfide che Ankara dovrà affrontare quest’anno e i suoi rapporti commerciali con l’Italia.

Leggi tutto
10/02/2016
Pubblicazioni economiche

Barometro del rischio paese: le grandi sfide del 2016

Dopo le famiglie americane nel 2007-2008 e gli stati dell’Eurozona nel 2011-2012, i paesi emergenti si trovano al centro della tempesta, in parte a causa di un indebitamento eccessivo. Come sono arrivati a questo punto? Una crescita dimezzata nel “mondo emergente” tra il 2010 e il 2015, politiche monetarie estremamente espansioniste dopo la crisi di Lehman Brothers e il crollo dei prezzi delle materie prime dopo la metà del 2014.

Leggi tutto
07/01/2016
Pubblicazioni economiche

Lira più debole e debito più alto: un brutto mix per le imprese turche

Dal punto di vista politico, il paese ha assistito a due elezioni nel 2015, diventate quattro negli ultimi due anni. Dopo i negoziati per formare un governo di coalizione saltati dopo le elezioni del 7 giugno, il paese è tornato alle urne il 1° novembre. La maggiore incertezza, i problemi di sicurezza e le preoccupazioni economiche a livello globale, hanno causato un deprezzamento repentino della lira, che, a settembre, ha raggiunto il livello più basso di sempre contro il dollaro.

Leggi tutto
22/12/2015
Pubblicazioni economiche

Di fronte alla globalizzazione del mercato del vino, l’Europa si piega ma non si spezza

Negli ultimi anni, i consumi europei di vino si sono ridotti, in Francia ormai sono un terzo rispetto a cinquant’anni fa. Nel resto del mondo invece, sono cresciuti grazie ai consumi delle famiglie di due economie principali del pianeta, Stati Uniti e Cina. Quest’ultima, diventerà il primo consumatore mondiale di vino entro il 2030 (davanti a Stati Uniti e Francia) e guiderà la crescita mondiale per i prossimi 15 anni.

Leggi tutto
16/12/2015
Pubblicazioni economiche

Barometro del rischio settoriale nel mondo – Dicembre 2015

Tra i 14 settori presi in esame in tre grandi regioni del mondo (Europe occidentale, Nord America e Asia emergente), tre sono stati declassati nel terzo trimestre 2015: la metallurgia in Europa, la distribuzione in Nord America e il tessile-abbigliamento in Asia emergente.

Leggi tutto
04/12/2015
Pubblicazioni economiche

Panorama Francia 3° Trimestre

Timida ma confermata. Questi sono gli aggettivi che, per il momento, descrivono al meglio la crescita francese, come mostrano i dati del terzo trimestre pubblicati a inizio novembre. I consumi delle famiglie crescono in maniera moderata grazie all’aumento del potere d’acquisto consentito da un’inflazione quasi inesistente, ma con un tasso disoccupazione sempre più elevato. Gli investimenti delle imprese continuano, ma ad un ritmo meno rapido rispetto alla maggior parte dei paesi vicini e di quello osservato storicamente in fase di ripresa economica. Anche gli aiuti esterni, quali il calo dei prezzi del petrolio e le misure del governo, come il credito d’imposta per le imprese che assumono dipendenti (CICE), stanno contribuendo a ristabilire i margini delle imprese.

Leggi tutto
18/11/2015
Pubblicazioni economiche

Egitto: ripresa lenta, sfide strutturali

Con il nuovo canale di Suez, in Egitto sembra esser tornata la fiducia, che segna l’inizio di una nuova era per il paese. L’economia egiziana sta prendendo la giusta direzione dopo i risultati di sei governi differenti dal 2011. Di recente, le autorità hanno dichiarato che il tasso di crescita reale si è attestato al 4,1% per il 2014/2015, rispetto al 2,2% nel 2013/2014 (l’anno fiscale va da luglio a giugno). Coface stima che la crescita aumenterà del 4,4% per il 2015/2016. L’impegno del governo nelle riforme strutturali ha lo scopo di migliorare il tasso di crescita potenziale dell’Egitto al 6% circa nell’immediato futuro, in un contesto di miglioramento della fiducia delle imprese, maggiori investimenti e produttività. Il miglioramento della performance economica e la stabilità politica hanno rinnovato l’attrattività del paese per gli investitori. Durante la conferenza per lo sviluppo economico, a marzo 2015, il governo ha garantito investimenti per un totale di 36 miliardi di dollari.

Leggi tutto
06/11/2015
Pubblicazioni economiche

Brasile – nessuna soluzione rapida per la crisi

Il Brasile è cresciuto nell’ultimo decennio, grazie al boom dei prezzi delle materie prime e dei forti consumi da parte delle famiglie. Il paese ha resistito alla crisi del 2008-2009, grazie alla liquidità fornita dalle banche pubbliche. Il ratio del credito totale sul PIL è aumentato in maniera significativa nei 6 anni, dal 2008 al 2014, passando dal 39,7% al 54,7%. Inoltre, i tassi di interesse di riferimento del Selic sono crollati al loro livello minimo storico al 7,25% a ottobre 2012.
Tale miglioramento delle condizioni del credito è in perfetta sinergia con la classe media emergente nel paese. Anche se, il trend positivo non ha interessato l’offerta. L’industria è diventata fortemente vulnerabile alle importazioni, per le infrastrutture deboli e costi elevati di produzione. Tali debolezze sono associate principalmente alla forza lavoro del paese dal momento che i salari sono cresciuti ben al di sopra della produttività.

Leggi tutto
27/10/2015
Pubblicazioni economiche

Polonia, risultati di una crescita economica solida

In Polonia, l’attività economica in crescita ha già raggiunto i livelli richiesti per stabilizzare il numero delle insolvenze d’impresa.
La situazione economica attuale a livello globale sintetizzata: una ripresa graduale per le economie avanzate e periodi difficili per i paesi emergenti.
Non sarà lo stesso per le economie dell’Europa centrale e orientale che, nella maggior parte dei casi, sono sulla buona strada. La Polonia registra una performance al di sopra delle aspettative.

Leggi tutto
22/10/2015
Pubblicazioni economiche

Uno spiraglio sul fotovoltaico in Europa?

A partire dal 2010, il fotovoltaico (PV) europeo si è sviluppato rapidamente, grazie a sovvenzioni nazionali ed europee che ne hanno favorito l’inserimento nel quadro energetico. Ma l’aumento delle capacità produttive ha fatto abbassare rapidamente i prezzi, in un contesto di incremento della concorrenza cinese e peggioramento della congiuntura europea. Anche la fine delle sovvenzioni a partire dal 2011, ha contribuito a generare delle perdite, finanziarie per le imprese del settore. L’occupazione legata allo sviluppo del solare quindi è fortemente diminuita.

Leggi tutto
19/10/2015
Pubblicazioni economiche

Barometro del rischio settoriale nel mondo – ottobre 2015

In un contesto di crescita debole, le dinamiche settoriali a livello globale sono molteplici. In questo panorama esaminiamo l’evoluzione dei cinque settori maggiori: auto, energia, metalli, tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) e carta-legno in Nord America, Asia emergente ed Europa occidentale.
In Nord America, il settore auto sta andando bene. In Europa occidentale sta prendendo la stessa direzione, ma lo scandalo Volkswagen ha gettato un’ombra, le cui conseguenze non sono ancora chiare. L’Asia emergente deve rispondere alle sfide causate dal rallentamento dell’attività economia cinese. Coface ritiene che le possibili conseguenze di questa frenata aumentino il rischio legato a questo settore in Asia emergente, diventando quindi moderato.

Leggi tutto
07/10/2015
Pubblicazioni economiche

L’Asia di fronte al rallentamento cinese

L’economia cinese è sotto i riflettori da diversi mesi: svalutazione dello yuan, crollo del mercato azionario, calo dei prezzi dell’immobiliare, paura di un eccessivo rallentamento economico, dubbi sull’affidabilità dei dati pubblici e in generale un’incertezza sul processo di riequilibrio condotto dalle autorità. In questo contesto preoccupante, gli altri paesi asiatici appaiono come le prime vittime potenziali in caso di atterraggio brusco dell’economia cinese.

Leggi tutto
02/10/2015
Pubblicazioni economiche

Barometro del Rischio Paese – 3° Trimestre 2015

Per il quarto anno consecutivo, la crescita globale non supererà il 3%. A inizio anno, le prospettive sembravano migliori: politiche monetarie altamente espansive, il calo dei prezzi del petrolio o ancora politiche di bilancio meno restrittive avrebbero dovuto infatti consentire l’accelerazione della crescita. Ma non è stato così. Di chi è la colpa? Principalmente degli emergenti.

Leggi tutto
29/09/2015
Pubblicazioni economiche

Paesi del Golfo: reazioni diverse allo stesso shock

I paesi del Consiglio di Cooperazione del Golfo, Bahrain,. Kuwait, Oman, Qatar, Arabia Saudita e Emirati Arabi Uniti, controllano circa il 30% delle riserve di petrolio a livello globale. Secondo la British Petroleum (BP) Statistical Review of World Energy, il Medio Oriente possiede il 47,7% delle riserve effettive di petrolio, con l’Arabia Saudita in testa (15,7%), seguita da Iran (9,3%), Iraq (8,8%), Kuwait (6%) e Emirati Arabi Uniti (UAE) (5,8%). Insieme questi paesi hanno prodotto, nel 2014, 28.6 milioni di barili al giorno, pari al 32,3% della produzione totale nel mondo.

Leggi tutto
25/09/2015
Pubblicazioni economiche

Classifica di Coface delle top 500 imprese in Europa centrale e orientale

Il 2014 è stato un anno senza gravi danni. Dopo anni di recessione e continue difficoltà, c’è stato un miglioramento. Si registra finalmente un progresso, non forte come gli economisti speravano, ma stabile. Nel 2014 la crescita globale ha registrato un modesto 3,4%, che riflette la ripresa della crescita nelle economie avanzate dell’anno precedente e il rallentamento nel mercato emergente e nelle economie in via di sviluppo. L’eurozona, il partner commerciale più importante per la maggior parte dei paesi dell’Europa centrale e orientale,

Leggi tutto
10/09/2015
Pubblicazioni economiche

Insolvenze d’impresa in Europa occidentale - confermata la tregua per il 2015

Questo Panorama sulle insolvenze d’impresa in Europa, Coface risponde alla seguente domanda: la ripresa della crescita osservata in Europa è sufficiente per far diminuire sensibilmente il numero di insolvenze? La riposta è positiva per 10 dei 12 paesi dell’Europa occidentale analizzati.

Leggi tutto
30/07/2015
Pubblicazioni economiche

Mappa delle Valutazioni Rischio Paese – 2° Trimestre 2015

160 Paesi sotto alla lente di ingrandimento

Leggi tutto
27/07/2015
Pubblicazioni economiche

Settore auto in Europa centrale e orientale

Il settore auto riveste un ruolo importante nell’attività economica dei paesi dell’Europa centrale. Grazie ai bassi costi del lavoro, al buon livello di formazione delle risorse umane, alla vicinanza ai mercati dell’Europa occidentale, agli incentivi fiscali e alla stabilizzazione del sistema giuridico, i paesi dell’Europa centrale e orientale sono diventati per i produttori di auto a livello globale destinazioni allettanti per gli investimenti

Leggi tutto
15/07/2015
Pubblicazioni istituzionali

Rapporto Annuale 2014

Scarica il Rapporto annuale 2014

Leggi tutto
03/07/2015
Pubblicazioni economiche

Panorama evoluzione delle valutazioni rischio paese giugno 2015

La prima parte di questo panorama è dedicata a uno studio sulla situazione economica e alla valutazione del rischio in Africa subsahariana. Nonostante il fallimento di Lehmann Brothers nel 2008 e la crisi del debito sovrano nella zona euro, dopo un lungo periodo di buio il contesto economico è diventato più favorevole. Questa parte del mondo ha cercato di beneficiare delle riforme strutturali, del consolidamento delle finanze pubbliche, degli investimenti esteri importanti, dell’ingente liquidità globale e del clima politico più stabile.

Leggi tutto
30/06/2015
Pubblicazioni economiche

Panorama India: N. Modi Primo Ministro

Dopo cinque settimane di elezioni legislative, nel maggio 2014, il leader del partito indiano Bharatiya Janata, Narendra Modi, è diventato primo ministro. Eletto senza il sostegno di alleanze, è il primo governo del paese non frutto di coalizioni da quindici anni. Noto per essere a favore delle imprese, l’elezione di Modi ha generato speranze per le riforme in un paese in cui gli ostacoli burocratici e la carenza di infrastrutture hanno frenato, per anni, gli investimenti privati e pubblici.

Leggi tutto
24/06/2015
Pubblicazioni economiche

Barometro delle insolvenze in Europa centrale e orientale

Le insolvenze d’impresa si sono stabilizzate con un calo di appena 0,5%, come la media regionale. Dal nostro scenario emerge che quest’anno le imprese dovrebbero assistere a un ulteriore graduale declino delle insolvenze, essendo di fronte a buone prospettive in termini di domanda interna e a una ripresa più evidente dell’area euro, principale partner commerciale dell’Europa centrale e orientale.

Leggi tutto
16/06/2015
Pubblicazioni economiche

Turchia: sfide tra cambiamenti globali

Dopo un decennio di riforme ben realizzate e tassi di crescita elevati, l’economia turca sembra mantenere con difficoltà la medesima performance di crescita. Quest’anno Coface prevede un tasso di crescita del 3,5% - solido, ma al di sotto di quello potenziale stimato al 5% e inferiore a quello dei paesi simili.

Leggi tutto
29/05/2015
Pubblicazioni economiche

Fine delle quote latte in Europa: nuova era per la filiera francese

Dall’introduzione delle quote latte nel 1984 fino alla loro effettiva eliminazione nel 2015, la produzione casearia è stata oggetto di numerose riforme. Dopo aver regolato il mercato per più di 30 anni, le quote latte sono scomparse il 1° aprile scorso. Il settore caseario è in totale sconvolgimento. Alcuni ritengono che la fine delle quote sia un’opportunità per produrre di più. Altri al contrario sono preoccupati e temono che un’eventuale sovrapproduzione europea comporti un forte calo dei prezzi. Tutto ciò in un contesto concorrenziale importante.

Leggi tutto
29/05/2015
Pubblicazioni economiche

Francia: barometro delle insolvenze aprile 2015

Il barometro evidenzia il trend delle insolvenze in Francia a fine aprile 2015. Dopo il calo del 2,9% nel 2014, livello che non si osservava dal 2010 (-3,8%), i primi quattro mesi dell’anno hanno registrato un aumento delle insolvenze (+1,6% rispetto allo stesso periodo nel 2014). Tuttavia, tale incremento è in parte il risultato di un effetto di assestamento per i valori insolitamente bassi dello scorso dicembre a causa di scioperi dei tribunali del commercio, i quali hanno ripreso l’attività a inizio maggio.

Leggi tutto
19/05/2015
Pubblicazioni economiche

Comportamento di pagamento delle imprese in Marocco

I comportamenti di pagamento delle imprese e i ritardi che registrano rappresentano un buon indicatore della salute di un’economia. L’aumento dei ritardi di pagamento rivela non solo la difficile situazione finanziaria di un’impresa ma anche le reazioni a catena che potrebbe generare complessivamente sui suoi fornitori.

Leggi tutto
19/05/2015
Pubblicazioni economiche

Panorama Marocco: la sfida dell'emergenza

L’economia marocchina ha dato prova di resilienza durante l’ultima crisi economica mondiale, sapendo resistere all’ondata delle primavere arabe. In un contesto internazionale sempre più instabile, il Marocco si è caratterizzato per una stabilità maggiore.

Leggi tutto
18/05/2015
Pubblicazioni istituzionali

Svizzera: Le nuove sfide della Confederazione

La nuova vita della Svizzera: un Paese alle prese con una valuta sempre più forte e con le nuove regole sulla trasparenza finanziaria. L’ultimo numero di cofamagazine prende in considerazione i settori elvetici che affronteranno maggiori criticità nei prossimi mesi.

Leggi tutto
05/05/2015
Pubblicazioni economiche

Panorama studio sui pagamenti nella regione Asia-Pacifico

Ogni anno Coface conduce uno studio sull’esperienza e il comportamento di pagamento delle imprese nella regione Asia Pacifico. Nel 2014, lo studio ha preso in considerazione 8 economie: Australia, Cina, Hong Kong, India, Giappone, Singapore e Taiwan e, per la prima volta, anche la Tailandia.

Leggi tutto
24/04/2015
Pubblicazioni economiche

Panorama settore automobilistico americano: una ripresa a rischio?

L’industria automobilistica statunitense, pilastro dell’industria americana secondo Barack Obama, era sull’orlo del fallimento durante l’ultima crisi finanziaria, con un crollo delle vendite pari al – 35% tra il 2007 e il 2009.

Leggi tutto
17/04/2015
Pubblicazioni economiche

Panorama rischio settoriale nel mondo

La revisione delle valutazioni del rischio settoriale di Coface rispecchia quella dell’economia mondiale dalla fine del 2014, segnata dall’aumento del dollaro rispetto alle altre valute, dal forte calo dei prezzi del petrolio e dalla ripresa graduale della zona euro. Queste tendenze hanno causato ripercussioni sulla maggior parte dei settori che analizziamo.

Leggi tutto
08/04/2015
Pubblicazioni istituzionali

Irlanda, il ritorno della tigre celtica

Il numero 40 di cofamagazine è dedicato all’Irlanda, un paese che, dopo la crisi bancaria del 2010, ha saputo quattro anni dopo registrare ritmi di crescita importanti (PIL al 5,4% nel 2014) grazie all’export e ai suoi due partner principali, Gran Bretagna e Stati Uniti.
In un’intervista esclusiva a Paul Maguire, direttore di Enterprise Ireland in Italia, viene approfondito il rapporto tra le imprese irlandesi e il nostro Paese, i settori in cui si concentrano maggiormente e quali sono le difficoltà che incontrano nel territorio italiano.

Leggi tutto
30/03/2015
Pubblicazioni economiche

Panorama: evoluzione delle valutazioni rischio paese nel mondo

Paesi avanzati: non sono tutti destinati alla stagnazione
La prima parte di questo panorama è dedicata alle economie avanzate che stanno affrontando la sfida della scarsa crescita economica dopo il crollo di Lehman Brothers, ossia sette anni fa!

Leggi tutto
16/03/2015
Pubblicazioni economiche

Panorama: Insolvenze di impresa in Brasile

In Brasile, il contesto economico attuale rimane delicato, Coface prevede un pareggio del PIL nel 2014 e una contrazione dello 0,5% dell’attività nel 2015.

Leggi tutto
12/03/2015
Pubblicazioni economiche

Panorama: studio sui pagamenti in Cina

Ogni anno Coface realizza uno studio sui pagamenti in Cina. Nel complesso, l’esperienza di pagamento in Cina è rimasta difficile anche nel 2014, con l’80% delle imprese intervistate che ha registrato ritardi di pagamento e il 56,7% un aumento dei ritardi.

Leggi tutto
07/03/2015
Pubblicazioni economiche

Valutazioni rischio paese - giugno 2015

La prima parte di questo panorama è dedicata a uno studio sulla situazione economica e alla valutazione del rischio in Africa subsahariana. Nonostante il fallimento di Lehmann Brothers nel 2008 e la crisi del debito sovrano nella zona euro, dopo un lungo periodo di buio il contesto economico è diventato più favorevole. Questa parte del mondo ha cercato di beneficiare delle riforme strutturali, del consolidamento delle finanze pubbliche, degli investimenti esteri importanti, dell’ingente liquidità globale e del clima politico più stabile.

Leggi tutto
06/03/2015
Pubblicazioni economiche

Panorama America Latina

L’America Latina è uno dei maggiori produttori di materie prime e il recente crollo dei prezzi del petrolio pesa sui paesi della regione in diversi modi. Alcuni potrebbero beneficiare nel breve termine del calo dei prezzi a livello internazionale, altri ne risentono già a breve termine e infine altri ancora potrebbero esserne colpiti solo a medio termine.

Leggi tutto
13/02/2015
Pubblicazioni economiche

Panorama: il settore delle costruzioni in Polonia

Il settore delle costruzioni in Polonia ha attraversato un periodo di turbolenza. Dopo il periodo di crescita legato all’aumento della domanda dell’edilizia abitativa e agli ingenti investimenti pubblici grazie all’organizzazione del campionato di calcio europeo 2012, il settore ha avuto un peggioramento significativo.

Leggi tutto
26/01/2015
Pubblicazioni economiche

Panorama Turchia: insolvenze d’impresa

La divulgazione, da parte del Presidente della FED Ben Bernanke, della strategia di uscita della Banca Centrale nel maggio 2013 ha segnato l’avvento di un nuovo periodo contraddistinto da un cambiamento nella percezione dei rischi relativi alle economie emergenti nei mercati finanziari. La Turchia è entrata in questa fase con un disavanzo di conto corrente elevato, un settore produttivo fortemente dipendente dalle importazioni e tre elezioni consecutive.

Leggi tutto
21/01/2015
Pubblicazioni economiche

Panorama Medio Oriente e Nord Africa: quali progressi dopo la Primavera Araba?

Dopo un periodo di disordine sociale e politico in seguito alla cosiddetta “primavera araba” a fine 2010, come appaiono le performance economiche del Medio Oriente e del Nord Africa (MENA)? Le richieste sociali ed economiche dei manifestanti hanno portato a una valutazione economica più solida in questi paesi?

Leggi tutto
16/01/2015
Pubblicazioni economiche

America Latina: la crescita risolleva i paesi del Pacifico

Tre decenni fa, l’America Latina era associata a termini negativi quali dittatura, crisi del debito e inflazione elevata. Il PIL della regione è aumentato in media solo dell’1,5% all’anno negli anni ’80. Un decennio dopo il tasso aveva subito un incremento del 2,4% per poi raggiungere il 4,2% tra il 2003 e il 2013. Negli anni, l’America Latina ha cominciato ad essere relazionata a crescita economica, nuova classe media, riduzione della povertà e inflazione controllata.

Leggi tutto
17/12/2014
Pubblicazioni economiche

Panorama: cosa si deve temere della “low flation”?

Oggi il termine deflazione sembra essere di uso comune in Europa, e non solo tra economisti.
L’interesse intorno al termine non sorprende, essendo l’inflazione della zona euro in calo da tre anni. La Francia non fa eccezione:

Leggi tutto
16/12/2014
Pubblicazioni economiche

Panorama Coface: il barometro delle insolvenze d’impresa

Il numero di insolvenze a fine ottobre era di 63.002 casi, una diminuzione dello 0,9% nel corso degli ultimi dodici mesi. Si tratta del livello più basso registrato da agosto 2013. Tuttavia, il costo finanziario (totale dei debiti commerciali) è aumentato leggermente (+0,5%) a causa delle recenti insolvenze delle piccole e medie imprese (PMI).

Leggi tutto
24/11/2014
Pubblicazioni economiche

Panorama settori, aziende farmaceutiche in Europa: l’austerità è letale?

Questo panorama di fine anno si apre con la valutazione del rischio settoriale in 14 settori delle tre aree geografiche da noi seguite. I maggiori sviluppi si registrano in Nord America. Infatti, la nostra valutazione su questa regione è migliorata nella chimica, nei trasporti e nel tessile-abbigliamento, tre settori che beneficiano della congiuntura sempre positiva negli Stati Uniti, così come del recente calo dei prezzi del petrolio: tale ribasso favorisce soprattutto le imprese nordamericane del trasporto aereo, che raccolgono anche i frutti delle ristrutturazioni passate e migliorano i propri margini.

Leggi tutto
22/11/2014
Pubblicazioni istituzionali

Rapporto annuale 2013

Scarica il Rapporto annuale 2013

Leggi tutto
21/11/2014
Pubblicazioni istituzionali

Polonia, la nuova stella europea

Il numero 39 di cofamagazine è dedicato ai Paesi europei che quest’anno sono destinati a crescere più degli Stati Uniti e dei BRIC.
Lo scenario è rivolto al Brasile, il 5° maggior Paese in termini di estensione e popolazione, che nonostante i venti favorevoli non è riuscito a portare a termine una serie di importanti riforme relative al contesto imprenditoriale e infrastrutturale.

Leggi tutto
29/10/2014
Pubblicazioni economiche

Panorama Rischio Paese - Commercio Mondiale

Questo panorama presenta uno studio sul commercio mondiale. Nella prima metà del 2014 il commercio mondiale è stagnante e 6 anni dopo l’inizio della crisi fatica a riprendersi.

Leggi tutto
10/10/2014
Pubblicazioni economiche

Cina: fra esigenze di crescita e di riforma

Dall’inizio dell’anno, il governo cinese ha proseguito i suoi sforzi portando avanti l’agenda delle riforme, in particolare il riequilibro della struttura economica. Nonostante le riforme messe in atto dal governo, la crescita resta una posta in gioco importante. Considerati gli indicatori non brillanti, dovrà essere messo in atto un piano di rilancio più importante per sostenere la crescita economica. Nello specifico sono attese azioni mirate.

Leggi tutto
08/10/2014
Pubblicazioni economiche

Panorama Emirati Arabi Uniti: ripresa significativa dopo la crisi del debito ma bisogni di finanziamento ancora elevati

Qual è la situazione economica degli Emirati Arabi dopo la crisi del debito? I numeri indicano che dopo aver raggiunto il 5% circa nel 2009, gli Emirati hanno a poco a poco registrato tassi di crescita più consistenti. Si prevede una crescita del 5% nel 2014, dopo l’aumento del 5,2% circa nel 2013.

Leggi tutto
07/10/2014
Pubblicazioni economiche

Panorama Russia: L’economia verso la glaciazione?

La crisi ucraina è emersa in un contesto di forte indebolimento dell’economia russa. Nel 2013, la crescita russa ha subito un calo dell’1,3% dopo una progressione media del PIL pari al 4,8% tra il 2000 e il 2011.

Leggi tutto
01/10/2014
Pubblicazioni economiche

Compagnie aeree europee: costrette al cambiamento

Il mercato unico dell’Unione europea (UE) per il trasporto aereo si è concretizzato solo nel 1997. Da quel momento, le compagnie tradizionali risentono della concorrenza di quelle low cost sui loro voli a breve e media distanza. Ma ora una nuova concorrenza è emersa ancora più rapidamente sui voli a lunga percorrenza: le linee aeree del Golfo.

Leggi tutto
11/09/2014
Pubblicazioni economiche

Panorama Paese - Romania: la crescita tornerà a registrare grandi performance?

Dopo cinque anni impegnativi la performance economica della Romania l’ha resa uno dei leader della ripresa in Europea superando le aspettative con una crescita del PIL in aumento del 3,5% nel 2013.

Leggi tutto
14/07/2014
Pubblicazioni economiche

Panorama Paese - Brasile

Il Brasile continua a posizionarsi al settimo posto nel mondo per dimensione del PIL e al quinto per estensione e popolazione (più di 195 milioni di abitanti). Inoltre rappresenta la prima economia in America Latina con il 40% dell’attività totale e un PIL pro capite di 11,1 dollari.

Leggi tutto
30/06/2014
Pubblicazioni economiche

Panorama Paese - Turchia: le grandi tendenze per il 2014?

Nel corso dell’ultimo decennio l’economia turca ha raggiunto una crescita straordinaria. Il PIL del paese è quasi triplicato periodo raggiungendo gli 820 miliardi di dollari a fine 2013.

Leggi tutto
20/06/2014
Pubblicazioni economiche

Panorama Rischio Paese – La ripresa britannica: miracolo o miraggio

Questo panorama presenta uno studio sulla solidità della ripresa britannica. Grazie a una forte crescita iniziata nel secondo trimestre 2012, stimiamo che l’economia del paese tornerà al proprio livello pre-crisi nel terzo trimestre 2014.

Leggi tutto
06/06/2014
Pubblicazioni economiche

Evoluzione del comportamento di pagamento delle imprese e rischio settoriale in Asia Pacifico

Tale dinamica è orientata in parte dal boom economico dei due più grandi mercati emergenti, Cina e India, nell’ultimo decennio.

Leggi tutto
25/05/2014
Pubblicazioni economiche

Evoluzione delle PMI in Francia e Spagna – barometro delle insolvenze in Francia

Questo panorama presenta, attraverso il nostro barometro, le nuove tendenze delle insolvenze in Francia nei primi quattro mesi del 2014.

Leggi tutto
24/05/2014
Pubblicazioni economiche

Quali paesi emergenti daranno il cambio ai BRICS?

Questo Panorama comincia con uno studio sui nuovi mercati emergenti. Se la crisi globale del 2008-2009 ha sottolineato la resilienza dei mercati emergenti, gli eventi che hanno interessato questi stessi Paesi da maggio 2013 hanno cambiato le cose.

Leggi tutto
20/05/2014
Pubblicazioni economiche

Elettronica In Asia / Barometro settoriale

Apriamo questo primo panorama del 2014 dedicato all’evoluzione dei settori con il barometro trimestrale, che valuta i rischi di credito per settore in tre grandi regioni del mondo.

Leggi tutto
20/05/2014
Pubblicazioni istituzionali

Rischio paese i dieci protagonisti del futuro

Il numero 38 di Cofamagazine è dedicato al rischio paese, in particolare ai dieci Paesi candidati a prendere il posto dei BRICS nel ruolo di emergenti più dinamici. Lo scenario è rivolto agli Emirati Arabi che grazie al petrolio di Abu Dhabi e ai servizi di Dubai continuano la loro corsa, offrendo anche opportunità di business per le imprese italiane. Melinda, diventata in 25 anni simbolo di qualità e innovazione tecnologica, è la protagonista della case history. Infine, un approfondimento sul Messico, un’economia il cui rilancio beneficia dei legami economici con gli Stati Uniti.

Leggi tutto
29/04/2014
Pubblicazioni economiche

Insolvenze in Europa Centro-orientale: 2013 anno difficile

Questo Panorama è il secondo numero delle pubblicazioni annuali dedicate all’andamento delle insolvenze nei paesi dell’Europa centrale e orientale, una regione che nel 2013 ha conosciuto un rapido aumento del tasso di insolvenze in molti paesi (più del 39% in Bulgaria e 32% in Repubblica Ceca).

Leggi tutto
17/03/2014
Pubblicazioni economiche

Evoluzione dei pagamenti delle imprese e rischio settoriale in Cina alla prova dei fatti

Il comportamento di pagamento in Cina è peggiorato nel 2013 rispetto al 2012.

Leggi tutto
12/02/2014
Pubblicazioni economiche

Il trasporto francese di merci su strada, fra problemi congiunturali e vincoli strutturali

Se c’è un settore che ha risentito del calo di attività conseguente alla recessione “a W” della Francia, questo è il trasporto di merci su strada. Nonostante occasionali miglioramenti dal 2008, la filiera non riesce ad uscire dalla crisi che la tormenta.

Leggi tutto
28/01/2014
Pubblicazioni economiche

Panorama Cina: cosa ci aspetta nel 2014

È stato annunciato un ampio ventaglio di ambiziosi piani di riforme, e il governo ha messo in atto una serie di azioni supplementari. Ma nel breve termine, bisogna fare attenzione ai potenziali effetti negativi sull’economia reale generati dagli interventi di riforma e dal rischio di credito connesso all’aumento dei costi di finanziamento.

Leggi tutto
10/01/2014
Pubblicazioni istituzionali

Alla conquista della Cina

Il numero 37 di Cofamagazine è dedicato alla Cina pronta a superare gli Stati Uniti, con un approfondimento di Rosenthal (Fondazione Italo Cinese) , che spiega come competere sul mercato cinese. Lo scenario è dedicato all'automotive che conferma un industria a due velocità: paesi emergenti e UE con performance differenziate. Il caso di successo del Made in Italy è dedicato all'azienda di Altopascio, Peuterey. Per concludere un approfondimento sul cetro di gravità tedesco, snodo per l'export europeo

Leggi tutto
17/12/2013
Pubblicazioni economiche

Tessile - Riposizionamento in fascia alta e innovazione: chiave del successo?

Chiudiamo l’anno della nostra serie di pubblicazioni con il nostro terzo Panorama settoriale.
All’interno è presente il nostro consueto barometro, che valuta i rischi a cui sono esposte le imprese di quattordici settori industriali chiave in Asia emergente, Nord America e Europa Occidentale. Oltre a queste valutazioni, forniamo per ciascuna di queste grandi regioni una panoramica generale sull’evoluzione della distribuzione, dell’elettronica, dei metalli, dell’auto, della farmaceutica e dei servizi.

Leggi tutto
21/11/2013
Pubblicazioni economiche

Insolvenze nel settore delle costruzioni in Francia: pochi miglioramenti in vista nel 2014

In questo Panorama si trova l'analisi dell'evoluzione della società insolventi francesi tra Novembre 2012 e Ottobre 2013.

Leggi tutto
13/10/2013
Pubblicazioni economiche

Conviene puntare sul consumatore Asiatico?

Questo Panorama contiene una analisi sui consumi in Asia. Quanto è grande la crescita dei consumi delle famiglie in questa regione? Le famiglie asiatiche sono troppo indebitate? Quali sono le caratteristiche specifiche del comportamento di consumo in Asia? Quali settori hanno beneficiato maggiormente di questa espansione dei consumi?

Leggi tutto
26/09/2013
Pubblicazioni economiche

Auto: l’Europa si concentra sui mercati emergenti

Questo numero di Panorama contiene il nostro barometro settoriale, che valuta i rischi in 14 settori di attività nelle tre grandi regioni del mondo (Unione Europea, Nord America e Asia emergente) tramite un indicatore sintetico di rischio credito. In Europa, i rischi settoriali continuano a peggiorare, in particolare nella chimica, per le difficoltà persistenti dell'industria europea, e nella farmaceutica a causa delle misure restrittive attuate dai governi.

Leggi tutto
15/07/2013
Pubblicazioni economiche

Economia Brasiliana in avaria?

Il Brasile, al settimo posto fra le economie mondiali (e al secondo fra quelle emergenti) per ampiezza del PIL, è il Paese emergente per eccellenza. Ma il leggendario ottimismo dei brasiliani negli ultimi due anni è stato messo a dura prova: si può riparare il motore economico del Brasile?

Leggi tutto
11/07/2013
Pubblicazioni istituzionali

Rapporto annuale 2012

Scarica il Rapporto annuale 2012

Leggi tutto
20/06/2013
Pubblicazioni economiche

Cos'è successo al business model Italiano?

Il quarto Panorama contiene un'analisi sull'economia Italiana, prendendo in considerazione gli aspetti macro e microeconomici. Questa edizione contiene anche le ultime modifiche di Coface alle valutazioni Paese.

Leggi tutto
23/05/2013
Pubblicazioni economiche

La crisi delle imprese in Europa centrale: perché?

Il terzo numero di Panorama contiene i risultati del Barometro delle insolvenze d'impresa realizzato da Coface tra aprile 2012 e aprile 2013.

Leggi tutto
21/05/2013
Pubblicazioni istituzionali

Turchia, la locomotiva Mediterranea

Il numero 36 di Cofamagazine contiene un'analisi sulla Turchia, Economia fino a poco tempo fa instabile e arretrata, diventata oggi un'area importante del Mediterraneo che cresce ai ritmi di Cina e India.

Leggi tutto
18/04/2013
Pubblicazioni economiche

Focus e-commerce / distribuzione

Secondo Panorama dedicato ai settori da Coface. I lettori troveranno un barometro mondiale che analizza la situazione di quattordici grandi settori economici. L'originalità dell'analisi è fondata sull'aggregazione dei conti di 6000 imprese che permette una visione d'insieme in tre grandi regioni del mondo: Unione Europea, Nord America e Asia Emergente.

Leggi tutto
20/03/2013
Pubblicazioni economiche

Le trasformazioni del rischio nei Paesi emergenti

In questo numero di Panorama, Coface mette in luce il cambiamento radicale del rischio nei Paesi emergenti. Nonostante il tradizionale rischio paese (rischio sovrano, vulnerabilità esterna) abbia subito un sensibile declino, tre nuovi pericoli sono alle porte e andranno costantemente monitorati.

Leggi tutto
07/12/2012
Pubblicazioni istituzionali

India, la frenata della locomotiva

Il numero 35 di Cofamagazine è dedicato all'India, diventata una delle locomotive economiche mondiali, che nel primo trimestre 2012 ha conosciuto una improvvisa frenata, registrando un netto peggioramento del Pil.

Leggi tutto
Top
  • Italian