News & Pubblicazioni
14/09/2017
Pubblicazioni economiche

Europa Centrale e orientale: diminuiscono le insolvenze d'impresa malgrado temporanei venti contrari nel settore edilizio

Europa Centrale e orientale: diminuiscono le insolvenze d'impresa malgrado temporanei venti contrari nel settore edilizio

Nonostante il rallentamento l’anno scorso, la crescita del PIL in media è rimasta a un livello stabile, 2,9% in Europa centrale e orientale. Le economie hanno beneficiato della situazione favorevole sul mercato del lavoro, con un tasso di disoccupazione in contrazione e salari in aumento. Il miglioramento dello scenario macroeconomico ha avuto effetti positivi sulle imprese. Nel 2015 le insolvenze d’impresa sono diminuite del 14% e nel 2016 di un altro 6%. Nel corso dell’anno passato, solo 6 aziende su 1000 risultavano insolventi. La diversità nella regione sottolinea un’ampia varietà di dinamiche, che vanno dal crollo del 35,6% dei procedimenti in Bulgaria, a un lieve aumento del 2,6% in Polonia, fino a un’impennata del 56,9% in Ungheria. In tutta la regione, le imprese di costruzione sono state ampiamente interessate nelle statistiche sulle insolvenze a causa del rallentamento dell’attività edilizia. Le costruzioni sono quindi al primo posto nella classifica dei settori declassati in Europa centrale e orientale.

Coface prevede che le insolvenze d’impresa nella regione diminuiranno del 3,9% nel 2017 e del 2,3% nel 2018. L’accelerazione della crescita del PIL e la ripresa degli investimenti portano nuovi segnali positivi per le imprese. Un nuovo flusso di progetti infrastrutturali, contributi fissi provenienti dai consumi delle famiglie e l’esplorazione di mercati esteri rappresenteranno tutti fattori di sostegno all’economia. Le imprese potrebbero incontrare alcune sfide legate ai cambiamenti improvvisi dell’economia globale e alle incertezze politiche. Le ultime includono le eventuali conseguenze negative legate alla Brexit e alle incertezze in Europa occidentale, con i risultati pochi prevedibili delle elezioni in Italia. Esistono poi problemi a livello di politica locale in Repubblica Ceca, Polonia e Romania. La ripresa degli investimenti dovrebbe essere particolarmente favorevole per alcuni settori come le costruzioni, i trasporti e la produzione di macchinari, i componenti e i materiali per l’edilizia. La carenza di posti di lavoro rimarrà un ostacolo per molte imprese in espansione. 

 

 

 

 

Mini-Panorama-150x215px-2
Scarica questa pubblicazione : Europa Centrale e orientale: diminuiscono le insolvenze d'impresa malg... (1,39 MB)

Contatti


Antonella VONA

Direttore Marketing & Comunicazione
TeL. : +39 (02) 48 33 56 40 
Email: antonella.vona@coface.com 

Top
  • Italian