News & Pubblicazioni
25/05/2014
Pubblicazioni economiche

Evoluzione delle PMI in Francia e Spagna – barometro delle insolvenze in Francia

Evoluzione delle PMI in Francia e Spagna – barometro delle insolvenze in Francia

Questo panorama presenta, attraverso il nostro barometro, le nuove tendenze delle insolvenze in Francia nei primi quattro mesi del 2014. 

Si evidenzia una tregua da gennaio ad aprile 2014, il numero delle insolvenze è diminuito del 2,3%. Nello stesso periodo, il costo finanziario (debiti verso fornitori) si è ridotto del 16,4% e gli impieghi a rischio del 13,9% a seguito di queste insolvenze. Tuttavia, in un anno il numero delle insolvenze resta elevato (64.127). La maggior parte delle insolvenze si registra nei settori dei servizi alle imprese e alle collettività locali, dell’agroalimentare, della carta-legno e dell’auto e trasporti, in particolare i rivenditori e le concessionarie. 

In questo numero è presente anche un confronto tra la situazione delle PMI in Francia e quelle in Spagna. In questi due Paesi, le PMI dipendono inevitabilmente da un contesto economico difficile, segnato da un’impennata del numero delle insolvenze dal 2009. Tuttavia, fin dall’inizio della crisi, anche se con alcuni punti in comune, la situazione delle PMI nei due Paesi è differente. La crisi spagnola è in miglioramento nel 2014, guidata dal ritrovato dinamismo delle esportazioni, e di conseguenza anche la situazione delle PMI è migliorata. Così in Spagna, nel 2014, , si osserva una riduzione del numero delle insolvenze delle PMI. 

In Francia gli effetti della crisi sono stati meno marcati ma la situazione finanziaria delle PMI si è deteriorata gradualmente e anzi, negli ultimi tempi continua a peggiorare. L’accelerazione della crescita in Francia permetterà di stabilizzare (anche se ad un livello elevato) il numero di insolvenze nel 2014.

 

BAROMETRO DELLE INSOLVENZE

Finora il 2014 si è caratterizzato per un numero di insolvenze record su dodici mesi (64.127 in totale, ovvero un aumento del 3,5%), risultato decisamente più elevato rispetto al picco del 2009. Tuttavia, nei primi quattro mesi dell’anno, si registra una tregua, il numero e i costi delle insolvenze diminuiscono rispettivamente del 2,3% e del 16,4% rispetto ai primi quattro mesi del 2013. Inoltre, tale costo finanziario (debiti verso fornitori) registra un livello prossimo a quello del 2009 (4,64 miliardi di euro), con una tendenza al ribasso da dicembre 2013. In effetti, la maggior parte delle imprese in difficoltà fa parte delle piccole imprese.

 

EVOLUZIONE DELLE PMI IN FRANCIA E SPAGNA: CONVERGENZA DOPO LA DIVERGENZA

Le PMI in Francia e Spagna sono, sotto diversi punti di vista, simili: rappresentano solo una piccola parte delle imprese ma con un peso economico significativo. Sono anche le prime a risentire del contesto economico difficile: insolvenze in aumento, calo del fatturato, scarsa liquidità. Agiscono tutte con una logica di sopravvivenza.

Nonostante questi punti in comune, le PMI di questi due Paesi non si sono evolute nella stessa maniera nel 2013. Le loro situazioni in termini di costo salariale, di indebitamento e di redditività quindi differiscono. Questa dinamica differente porta a previsioni divergenti. Malgrado la ripresa debole, le PMI spagnole, essendo più forti sul piano finanziario, dovrebbero assistere alla riduzione del loro numero di insolvenze. Al contrario, in Francia, la lieve ripresa condurrà alla stabilizzazione del numero di insolvenze. 

Scarica questa pubblicazione : Evoluzione delle PMI in Francia e Spagna – barometro delle insolvenz... (1,00 MB)

Contatti


Antonella VONA

Direttore Marketing & Comunicazione
TeL. : +39 (02) 48 33 56 40 
Email: antonella.vona@coface.com 

Top
  • Italian