News & Pubblicazioni
26/10/2018
Pubblicazioni economiche

Emirati Arabi Uniti: un posto nel nuovo commercio mondiale?

Emirati Arabi Uniti: un posto nel nuovo commercio mondiale?

Gli Emirati Arabi Uniti (EAU) sono la seconda più grande economia diversificata nei paesi del Consiglio di Cooperazione del Golfo (GCC). Grazie agli sforzi delle autorità per diversificare le esportazioni negli ultimi tre decenni, la quota del settore petrolifero nel PIL e le esportazioni nel complesso sono diminuite rispettivamente del 30% e del 16% nel 2016 (rispetto al 43% e al 76% nel 2001). Il paese è diventato un hub regionale per il commercio e la logistica. Questo stimolo di nuove industrie ha aiutato la federazione ad aumentare il proprio vantaggio comparato in alcuni settori come i metalli, i minerali e la plastica, mantenendo allo stesso tempo la propria competitività nel settore petrolifero.

Al fine di promuovere l’integrazione economica e ampliare i legami commerciali, gli EAU hanno siglato diversi accordi con molti paesi in ambito economico, commerciale, tecnico e di investimenti. La posizione strategica del paese consente di giocare un ruolo chiave nella riesportazione di beni provenienti da diversi paesi nel mondo verso le nazioni arabe. Le riesportazioni contano per il 60% circa delle esportazioni totali.

Inoltre, gli UAE per anni hanno dato priorità al miglioramento delle relazioni commerciali con la Cina poiché quest’ultima è uno dei principali finanziatori dei prodotti energetici della federazione. Nel 2013, la Cina ha annunciato l’iniziativa della Nuova Via della Seta (BRI – Belt and Road Initiative), che mira a connettere Asia, Africa ed Europa. L’iniziativa beneficia molto gli EAU in termini di rafforzamento del commercio e di investimenti, così come di accesso a mercati più ampi, specialmente per quanto riguarda le costruzioni, i settori dei metalli, del commercio, della logistica e degli idrocarburi.

Gli UAE sono solo a metà strada verso il processo di diversificazione: i settori emergenti infatti, restano legati alle materie prime e in questa fase la diversificazione non ha ancora interessato i settori manifatturieri. Alle imprese degli Emirati non è consentito implementare un processo produttivo localizzato in paesi diversi. Quindi, l’integrazione degli EAU nelle filiere globali del valore non ancora evidente.

Mini-Panorama-150x215px_medium (4)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scarica questa pubblicazione : Emirati Arabi Uniti: un posto nel nuovo commercio mondiale? (1,91 MB)

Contatti


Antonella VONA

Direttore Marketing & Comunicazione
TeL. : +39 (02) 48 33 56 40 
Email: antonella.vona@coface.com 

Top
  • Italian