News & Pubblicazioni
01/04/2016
Pubblicazioni economiche

Barometro del rischio paese 1° trimestre 2016

Barometro del rischio paese 1° trimestre 2016

Crescita lenta, pressioni inflazioniste assenti, politiche monetarie espansioniste al massimo e aumento della volatilità nei mercati finanziari, sono i quattro elementi che caratterizzano l’economia globale da inizio 2016. Tale fenomeno sembra recente per tutti i paesi ad eccezione del Giappone, che da vent’anni non riesce a uscire da questa situazione. Le lezioni del giapponese “guinea pig” danno un piccolo segnale di ottimismo: sebbene la politica monetaria sia stata per lungo tempo altamente espansionista, è risultata comunque insufficiente nel dare una spinta alla crescita, come il fornire credito a basso costo per dare una spinta alla domanda, cosa che non si è rivelata utile al fine dell’assorbimento degli eccessi di capacità dal punto di vista dell’offerta. E, mentre il tempo passa, gli effetti negativi sono sempre più evidenti, dal momento che la liquidità in eccesso generata sta dando origine a volatilità nel mercato finanziario e immobiliare. Così, è molto difficile per un paese caduto nella trappola della stagnazione, trovare una via d’uscita. Ma c’è una piccola consolazione per le imprese: nonostante la previsione di crescita debole, il fatto che le condizioni di finanziamento rimangano molto favorevoli, consente loro di sopravvivere in un’economia “che si fa giapponese”. Ciò è confermato dalla diminuzione negli ultimi mesi delle insolvenze d’impresa in numerose economie avanzate, malgrado un livello moderato di crescita dell’attività.

Oltre a questa tendenza alla “giapponesizzazione”, a inizio 2016 l’economia globale risentiva ancora degli impatti delle fluttuazioni irregolari del prezzo delle materie prime. Dopo l’America Latina e l’Africa, è tempo di soffrire anche per Medio Oriente e Asia, che hanno portato Coface a mettere sotto sorveglianza negativa la valutazione rischio paese A4 per l’Arabia Saudita, quella A2 del Kuwait, a declassare la valutazione A4 dell’Oman, a C del Kazakistan, ad A3 della Malesia e a D dell’Armenia. Ovviamente, senza dimenticare il Giappone, che ora è valutato A2.

mini-pano-2

SOGGETTO

  • L’economia globale si fa giapponese
  • Revisioni delle valutazioni del barometro del rischio paese
  • Focus su 10 paesi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scarica l'infografica

 

 

 

 

 

 

 

Scarica questa pubblicazione : Barometro del rischio paese 1° trimestre 2016 (2,75 MB)

Contatti


Antonella VONA

Direttore Marketing & Comunicazione
TeL. : +39 (02) 48 33 56 40 
Email: antonella.vona@coface.com 

Top
  • Italian