News & Pubblicazioni

In primo piano

20/03/2017
Rischio Paese e Studi economici

Tutte le news

17/03/2017
Rischio Paese e Studi economici

Fallimenti d’impresa in Francia: un inizio anno sulla linea del 2016 anche se le incertezze politiche potrebbero cambiare la situazione

A gennaio 2017, il livello raggiunto di fallimenti è il più basso da settembre 2012. Nel periodo febbraio 2016 – gennaio 2017, sono fallite 58.031 imprese, corrispondente a una diminuzione del -2,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Leggi tutto
17/03/2017
Rischio Paese e Studi economici

Infografica 2017: Insolvenze d’impresa in Francia

Scarica l'Infografica

Leggi tutto
21/02/2017
Coface News

Ottimi risultati per Coface in Italia nel 2016

Ancora un anno di ottime performance commerciali in Italia, nel 2016, per Coface, la Compagnia di Assicurazioni che opera nel settore dei Crediti Commerciali e delle Cauzioni. Nonostante un contesto economico difficile, i risultati commerciali ottenuti dalla Compagnia sul mercato italiano a chiusura dell’esercizio 2016 sono stati superiori alle aspettative.

Leggi tutto
21/02/2017
Coface News

Coface con Assopetroli-Assoenergia per l’incentivazione dell’assicurazione dei crediti nel settore dei servizi energetici

Coface, uno dei leader mondiali nell’assicurazione dei crediti, avvia – oggi – una nuova, importante partnership con Assopetroli-Assoenergia, associazione italiana che, dal 1949, rappresenta e tutela le piccole e medie imprese nazionali attive nel settore dei servizi energetici.

Leggi tutto
14/02/2017
Rischio Paese e Studi economici

Primo studio sul comportamento di pagamento delle imprese in Brasile

Il primo studio Coface sul comportamento di pagamento in Brasile, condotto su oltre 120 imprese, rivela un contesto ancora particolarmente difficile. L’anno è appena iniziato, ma le previsioni del PIL per il 2017 sono poco brillanti. Sebbene il Paese uscirà dalla recessione, secondo le previsioni, il tasso di crescita si attesterà su un +0,4%.

Leggi tutto
24/01/2017
Rischio Paese e Studi economici

Conferenza Rischio Paese 2017

2017: rischio politico e bancario nei paesi emergenti
Nonostante la recente ripresa economica, quest’anno l’incertezza continuerà a dominare il clima economico.

Leggi tutto
24/01/2017
Rischio Paese e Studi economici

Infografica: mappa delle valutazioni rischio paese - gennaio 2017

Scarica l'infografica

Leggi tutto
24/01/2017
Rischio Paese e Studi economici

Infografica: 2017: ripresa economica malgrado il rischio politico

Scarica l'infografica

Leggi tutto
18/01/2017
Rischio Paese e Studi economici

Studio sui pagamenti in Polonia: aumentano i ritardi di pagamento delle imprese polacche

Lo studio Coface sul comportamento di pagamento conferma che le imprese polacche hanno ampiamente usufruito delle vendite a credito. Sebbene le dilazioni di pagamento siano diventate pratica comune, ciò non significa che i pagamenti avvengano entro i termini stabiliti.

Leggi tutto
27/12/2016
Rischio Paese e Studi economici

La Turchia, dopo una serie di shock tra il 2015 e il 2016, si sta avviando verso la fine della nuova era “del Tulipano”

Grande incertezza politica a seguito delle due elezioni parlamentari del 2015, viene erosa liquidità dato che il tasso della Federal Reserve Statunitense colpisce il processo e indebolisce la lira Turca, che è trascinata verso il basso. La percezione del deterioramento dei rischi nel 2016, conseguente all’accrescimento delle tensioni regionali, intensifica il problema della sicurezza interna, il fallimento del colpo di stato del 15 luglio scorso e il downgrade della valutazione sul credito.

Leggi tutto
22/12/2016
Rischio Paese e Studi economici

L’economia sudafricana risente della crisi del settore agricolo e minerario

Le preoccupazioni sulla performance economica del paese sono state amplificate a causa del prolungato declino economico iniziato nel 2011. Malgrado la timida ripresa nel 2016, il tasso di crescita è rimasto basso.

Leggi tutto
16/12/2016
Rischio Paese e Studi economici

Uberizzazione dell’economia francese: impatto positivo sull’occupazione ma quanto durerà?

In Francia, le insolvenze delle imprese di taxi sono aumentate del 60% circa in un anno, passando da 141 casi a fine agosto 2015 a 224 a fine agosto 2016, cancellando in media 3,38 posti di lavoro. In Ile-de-France, tra il 2013 e il 2016 le insolvenze delle imprese di taxi sono aumentate del 135% e in Francia rappresentano un quarto delle insolvenze totali del settore. Contemporaneamente, si evidenzia un’accelerazione delle creazioni di NCC, aumentate di ben sette volte dal 2013, raggiungendo i 14.404 imprenditori in un anno a fine agosto 2016 e 12.964 nuovi posti di lavoro. La regione parigina ha registrato l’incremento più forte (9,5 volte in più), con il 78% delle creazioni totali di autoveicoli con conducente in Francia (ad agosto 2016).

Leggi tutto
16/12/2016
Rischio Paese e Studi economici

Infografica: Uberizzazione dell'economia

Scarica l'infografica

Leggi tutto
06/12/2016
Rischio Paese e Studi economici

L’economia tedesca nel 2017: Stabile, ma non sostenuta

I segnali per lo sviluppo economico futuro della Germania sono promettenti, con un alto livello di stabilità. Le previsioni di Coface di una solida crescita giungono inaspettate. Ci si attende il Prodotto Interno Lordo (PIL) all’1.8% per quest’anno. I principali fattori di crescita per il 2017 saranno ancora una volta i consumi privati, alimentati principalmente dagli alti livelli di occupazione registrati dal paese. I rischi per l’economia tedesca potrebbero provenire dal fronte export.

Leggi tutto
30/11/2016
Rischio Paese e Studi economici

Revisione delle valutazioni settoriali in 6 regioni del mondo

A fine 2016, le dinamiche settoriali mondiali sono ancora contrastanti, anche nelle regioni finora relativamente risparmiate dall’aumento dei rischi. Durante l’anno, su 12 settori valutati in 6 regioni del mondo, circa la metà ha visto le proprie valutazioni declassate: 23 declassamenti contro 10 promozioni.

Leggi tutto
30/11/2016
Rischio Paese e Studi economici

Valutazioni del Rischio Settoriale - 4° Trimestre

Scarica l'Infografica

Leggi tutto
15/11/2016
Rischio Paese e Studi economici

Economia messicana: maggiori difficoltà all’orizzonte

Nel secondo trimestre 2016, l’attività si è attestata all’1.5%, in diminuzione del 2.5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il settore industriale, in calo dell’1.5% su base trimestrale, è stato il principale fattore causa di tale fiacco risultato, dovuto a una diminuzione della produzione petrolifera e alle sfide che hanno dovuto affrontare l’industria manifatturiera ed edilizia. Il settore dei servizi ha anch’esso avuto un rallentamento in questo periodo, attestandosi a un tasso di crescita del 2.4% su base annua, in diminuzione del 3.4% rispetto al primo trimestre 2016.

Leggi tutto
14/11/2016
Rischio Paese e Studi economici

Perché la prima freccia dell’Abenomics non ha raggiunto l’obiettivo?

Dal lancio dell’Abenomics a inizio 2013, la Banca del Giappone (BoJ) ha fortemente allentato la politica monetaria, una strategia descritta come «prima freccia dell’Abenomics». Tra le misure prese: l’introduzione dell’«allentamento monetario quantitativo e qualitativo (QQE - Quantitative and Qualitative Monetary Easing)» ad aprile 2013, la versione modificata del «QQE con tasso di interesse negativo» a gennaio 2016 e, più recentemente, il «QQE con controllo della curva dei tassi» a settembre 2016.

Leggi tutto
10/11/2016
Coface News

Coface con Siderweb all’ottava edizione di “Bilanci d’Acciaio”

Si rinnova, anche per il 2016, la partecipazione di Coface - uno dei leader mondiali nell’assicurazione dei crediti – a “Bilanci d’Acciaio”, il convegno annuale organizzato da Siderweb e dedicato alle performance economico-finanziarie di tutta la filiera dell’acciaio in Italia che si è tenuto oggi a Milano, con un convegno presso il Centro Congressi Stelline.

Leggi tutto
24/10/2016
Rischio Paese e Studi economici

Aumento dei rischi politici nei paesi avanzati: la spada di Damocle pende sulle grandi economie europee

I periodi di crisi economica portano naturalmente ad accrescere l’incertezza politica, aspetto cruciale nella valutazione del rischio paese. Dal 2011, l’Europa ha mostrato chiari segnali di aumento del rischio politico. La disoccupazione, le disuguaglianze e le ripercussioni della profonda crisi finanziaria sono tra i fattori che hanno contribuito a diffondere malcontento tra gli elettori, destabilizzando i governi in carica e portando all’aumento dei partiti politici nazionalisti e più conservatori.

Leggi tutto
Top
  • Italian